Apre il 2020 da Bruxelles, presentando in pubblico la formula “green” ricaricabile a supporto del motore benzina turbo. Citroen C5 Aircross ibrida plug-in è già ordinabile e, alla kermesse belga, racconterà dal vivo specifiche tecniche note.

L’impianto tecnico sviluppato dal Gruppo PSA prevede, nella declinazione del suv compatto Citroen, l’abbinamento del motore turbo benzina 1.6 litri, da 180 cavalli, alla componente elettrica degli Hybrid plug-in lanciati su Peugeot 3008 e 508.

Le prime consegne sono in programma sul finire della prima metà del 2020, quando si potrà guidare il sistema da 225 cavalli e 320 Nm di coppia. La componente elettrica prevede un singolo motogeneratore, installato sull’asse anteriore, da 80 kW (110 cavalli), con la trasmissione automatica 8 marce a chiudere il cerchio.

Batteria da Hybrid4 per C5 Aircross plug-in Hybrid

Diversamente da quanto proposto, ad esempio, da 3008 Hybrid, Citroen C5 Aircross ibrida plug-in 2 ruote motrici adotta il pacco batterie da 13,2 kWh, appannaggio delle proposte Hybrid4 di Peugeot con due motori elettrici. Una capacità energetica superiore di 1,4 kWh.

Leggi anche: Peugeot, Hybrid in due salse su 508 e 3008

Ne deriva un’autonomia di marcia pari a 50 km, con tempi di ricarica della batteria – installata in posizione accentrata, al di sotto del pavimento – che possono ridursi a 2 ore se collegati al Wallbox domestico. Operazioni di ricarica programmabili via app.

Il suv compatto Citroen fa dell’esaltazione del comfort di marcia il tratto distintivo, tra sospensioni con finecorsa idraulici e modularità degli interni, nello specifico le sedute posteriori singole e ciascuna scorrevole, ripiegabile e con schienali reclinabili. Tutte caratteristiche invariate nella proposta ibrida plug-in da 39 g/km di Co2 emessa.