Samsung ha annunciato un passo importante per le auto a batteria. La Casa sudcoreana, grazie ai ricercatori della sede giapponese, ha comunicato un progresso notevole per le batterie allo stato solido. Che a medio termine potrebbero surclassera quelle agli ioni di litio. 

Uno dei vantaggi è l’utilizzo degli elettroliti solidi al posto di quelli liquidi: i primi presentano meno rischi di surriscaldamento, incendio e rigonfiamento.

Le batterie al grafene

Oltre alla sicurezza, c’è un plus importante sia efficienza sia di durata. Le nuove batterie allo stato solido di Samsung potrebbero garantire una autonomia di 800 chilometri alle auto elettriche. E un vita di mille ricariche, ovvero ben oltre la vita dell’auto. Calcolando una media del 50% della capacità per ogni “pieno”, sarebbero 400.000 chilometri teorici.

Il segreto è nell'anodo

Le batterie allo stato solido possono lavorare con una maggiore densità di energia. Per stabilizzare la durata e la sicurezza, questa è la novità proposta dai ricercatori Samsung, verrebbe utilizzato come anodo uno strato composito di argento-carbonio (Ag-C), che permette maggiori doti di capacità supportata e longevità. Su questo sta lavorando anche Tesla: una “corsa” decisiva per il futuro prossimo.

Tesla, 1 milione di auto a batteria