Navetta e multispazio, la consueta modularità dello spazio a bordo, in tre “taglie”, ora elettriche a batteria. Peugeot e-Traveller presenta l’alternativa alla gamma di versioni con motore termico, pronto ad andare su strada nella seconda metà dell’anno e in due differenti soluzioni di batteria: 50 e 75 kWh.

Autonomia di marcia differente, 230 km nel primo caso, 330 km nel secondo, dati rilevati nel ciclo WLTP. Una prima distinzione passa proprio dalla disponibilità delle due taglie di batteria, con il Traveller elettrico 75 kWh previsto solo in configurazione standard e large. Si tratta delle dimensioni da 4,96 e 5,31 metri di lunghezza, dove la proposta Compact è lunga 4,61 metri.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Il progetto elettrico ricalca le soluzioni del Traveller che già conosciamo, tra portiere laterali scorrevoli elettriche, lunotto apribile, altezza per tutte le varianti di lunghezza a 190 centimetri, configurazione degli interni.

Motore, un'unità tre modalità d'uso

Ruota tutto intorno al gruppo motore-batteria l’essenza dell’e-Traveller. Un singolo motogeneratore da 136 cavalli e 260 Nm è il “cavallo di battaglia” del Gruppo PSA, installato su architettura EMP2. Valori di potenza e coppia propri della modalità Power, per garantire le prestazioni migliori a pieno carico; altre, Eco e Normal, sono selezionabili dal comando in plancia e riducono potenza e coppia rispettivamente a 81 cv (190 Nm) e 109 cv (210 Nm). La velocità massima è limitata a 130 orari, mentre l’accelerazione da zero a cento è dichiarata in 13”1 (12”1 la ripresa 80-120 km/h).

Batteria, i tempi di ricarica

Il pacco batterie installato tra gli assi si differenzia nel numero di moduli tra la specifica da 50 kWh e quella da 75. Ciascun modulo con le celle alimentate dal caricatore di bordo a 7,4 kW, mentre il caricatore da 11 kW fa parte delle dotazioni a richiesta.

Peugeot, insieme a Enel X, predispone anche soluzioni personalizzate relativamente ai Wallbox domestici e abbonamenti di ricarica dalla rete di colonnine pubbliche Enel X.

Ricarica delle batterie che introduce il tema dei tempi necessari a "fare il pieno", ottimizzati dal ricorso al Wallbox, rispetto a tempi biblici mediante cavo e presa domestica a 230v e 8 o 16A. Dal Wallbox e caricatore di bordo a 7,4 kW servono 7 ore e mezza per la carica completa del Peugeot e-Traveller 50 kWh, diventano 11 ore e 20 minuti per il 75 kWh; tempi accorciati rispettivamente a 5 ore e 7 ore e mezza se al Wallbox da 11 kWh si abbina il caricatore trifase da 11 kW. Dalle colonnine pubbliche a 100 kW, invece, sono sufficienti 30 minuti per l’80% della carica (45 minuti su e-Traveller 75 kWh). La garanzia sul pacco batterie è di 8 anni o 160 mila chilometri, con un’efficienza minima del 70%.

Peugeot e-Traveller Shuttle

L’offerta si differenzia nella proposta dedicata ai professionisti e aziende, l’e-Traveller Shuttle, una navetta declinata in allestimento Business con spazio da 5 a 9 passeggeri, dove la Business VIP offre 6 o 7 posti, ottenuti con sedute in seconda e terza fila organizzate a salottino, su sedili singoli e in pelle oppure con due sedili singoli e un divano 3 posti frazionabile 1/3-2/3.

Tra i contenuti apprezzati dall’utenza business non mancano i vetri privacy oscurati al 70 o 90%, il climatizzatore a 3 zone, il tetto in vetro a oscuramento variabile.

Peugeot e-Traveller Multispace

Mirato su una clientela di privati è Peugeot e-Traveller multispace, in allestimento Active e Allure, con interni da 5 a 8 posti. Il mix tra spazio per passeggeri e carico ha un’altra declinazione, in Combi,da 2 a 9 posti.

Volume di carico che oscilla su valori massimi tra i 9 posti con 1.500 litri di volume nel bagagliaio, 5 posti e 3.000 litri, oppure, 4.900 litri di volume con i sedili della seconda e terza fila abbattuti. La capacità di traino è pari a 1 tonnellata.

Sfoglia il listino Peugeot: tutti i modelli sul mercato

Anche la proposta elettrica conserva l’elettronica del Grip Control, che ottimizza la trazione a seconda della tipologia di fondo sul quale ci si muove: neve, fango, sabbia, ESP disattivabile. Scenari sui quali è l’erogazione del motore elettrico e il controllo della trazione a modificare l’intervento e le soglie di slittamento ammesse.

Interni, le differenze dell'elettrico

Sistemi specifici della versione elettrica sono nel recupero energetico con modalità “B” – Brake, dal marcato effetto frenante al rilascio del pedale dell’acceleratore, conseguentemente con un maggior recupero di energia tramutato in carica per la batteria; e nell’integrazione di info sui punti di ricarica presenti lungo il percorso nella rappresentazione del navigatore con mappe 3D, connesso e dotato di servizi Tom Tom.

La dotazione è integrabile con un impianto di riscaldamento supplementare, i sedili riscaldabili, mentre dalla app MyPeugeot è possibile verificare e programmare la ricarica della batteria nonché regolare la temperatura dell’abitacolo. Un’operazione che verrà svolta nelle fasi conclusive della ricarica, ottimizzando tempi e impiego energetico.

AUTOMOTIVE.LAB - Solo i curiosi scopriranno il futuro dell'auto