Con la sola presenza del rinnovato MINI Countryman, segmento a cavallo tra una proposta urbana e una compatta “classica”, l’offerta suv del marchio lascia spazio per un’espansione che è nei progetti industriali.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Andare a presidiare il segmento C con un modello simile a BMW X1 è lo scenario che dovrebbe realizzarsi per primo, secondo i rumours riportati in Gran Bretagna da Autocar. Sul medio periodo, poi, la possibilità di spingersi ancor più in alto per dimensioni, verso un segmento D da esplorare secondo il credo MINI, quindi con modelli che restino tra i più compatti nel panorama di riferimento.

Da mesi si discute dell’ipotesi di una trasformazione della Clubman da station in prodotto sport utility. Sembrerebbe rientrata tale opzione, in favore di un ampliamento dell’offerta senza rinunciare a progetti oggi su strada.

L'elettrico compatto prodotto in Cina

Il suv “taglia X1” sarebbe un elettrico a batterie, prodotto in Cina in un impianto Great Wall – con la quale il gruppo BMW ha siglato una joint venture nel 2018, mirata proprio alla produzione delle future MINI elettriche – in fase di costruzione: si guarda al 2022 quale data per l’avvio della produzione. Elettrico, premium, compatto: alcuni contenuti del futuro suv MINI, che beneficerebbe anche di una tecnologia per le batterie priva di cobalto, strada già sviluppata da BMW con la riduzione dei materiali rari nell’eDrive di quinta generazione.

Un’architettura specifica rappresenterebbe la possibile base dello sviluppo della futura generazione di BMW i3, confermata nell’attuale configurazione fino al 2024.

MINI grande per lo sviluppo in Cina e USA

Un anno in cui, dopo il suv compatto elettrico, toccherebbe a un progetto con motori endotermici elettrificati sviluppare la gamma MINI, con una sorta di alternativa al suv X3 condividendone l’architettura modulare CLAR.

Sfoglia il listino MINI: tutti i modelli sul mercato

Sviluppare l’offerta verso l’alto, per dimensioni, versatilità e spazio offerto, sembra sia vista all’interno del marchio come una strada per sfruttare al meglio il potenziale sui mercati asiatici (segnatamente in Cina) e nord americani, dove l’idea di suv della Countryman rientra tra le proposte di mercato “piccole”.

AUTOMOTIVE.LAB - Solo i curiosi scopriranno il futuro dell'auto