Volvo ha appena iniziato l’assemblaggio della versione al 100% elettrica di XC40 Recharge da 408 cavalli, ma in cascina ci sono altri due Suv a batteria. XC90 BEV è già in scaletta per il 2022, manca il modello più piccolo, per fare numeri teoricamente più importanti.

Automotive News Europe ha attinto da fonti interne di Volvo che la Casa ha intenzione di completare il trio elettrico a ruote alte con un piccolo SUV (XC40 è 4,43 metri di lunghezza). In tempi brevi, anticipando addirittura la più grande XC90.

La Sustainable Experience Architecture regalerà più autonomia?

La nuova baby XC sarà assemblata sulla piattaforma SEA (acronimo di Sustainable Experience Architecture) che la  proprietaria Geely ha fatto esordire su Lynk&Co con Zero Concept.

Una sinergia che dovrebbe essere virtuosa, perché XC40 adotta l’architettura CMA, flessibile (per termiche, ibride ed elettriche) ma meno specializzata. SEA, almeno sul prototipo di Lynk&Co è stata accreditata di 700 chilometri di autonomia.