La HMC, Hydrogen Motive Company, è un'azienda giovanissima, fondata solamente quest'anno dal pilota francese Olivier Lombard, la cui mission è diventare la compagnia leader mondiale nella tecnologia a idrogeno. Hopium è il nome della sezione automobilistica della HMC. E proprio dal reparto a quattro ruote arriverà quella che, nelle intenzioni dell'azienda, rappresenterà il primo passo verso la costruzione di una società basata sull'idrogeno.

Hyperion XP-1, la hypercar a idrogeno che punta al Sole

AERODINAMICA, ESCLUSIVA E A IDROGENO

Un primo passo ambizioso e a quattro ruote, chiamato Hopium Machina, quella che vuole diventare la prima auto di lusso al mondo alimentata a idrogeno. Si tratta di una berlina elegantissima, la cui caratteristica di stile distintitiva è rappresenata dalla particolare forma dei fari sul frontale.

L'esclusività è il marchio di fabbrica: la carrozzeria è molto fluida, con un look dinamico e votato all'aerodinamica, dalle ruote al parabrezza, passando per il tettuccio panoramico in vetro e le fiancate "muscolose". Le maniglie delle porte sembrano a filo, mentre gli specchietti laterali sono delle vere e proprie videocamere. La coda tronca, le luci e le prese d'aria caratterizzano la zona posteriore.

493 CV, 1.000 KM D'AUTONOMIA

Interessante il capitolo sulle prestazioni. Hopium Machina, a quanto sostiene l'azienda, erogherà un potenza di 493 cv e un'autonomia di ben 1.000 km. L'alimentazione a idrogeno consentirà una ricarica che non supererà i tre minuti di tempo. Il tutto, abbinato a un abitacolo dichiarato sportivo e lussuoso allo stesso tempo.

Visualizza questo post su Instagram

Hopium unveils « Ma?china », the first high-end hydrogen sedan. Hopium pre?sente « Ma?china », la premie?re berline haut-de-gamme a? l’hydroge?ne.

Un post condiviso da Hopium (@hopiumofficial) in data:

Il primo prototipo di questa particolarissima segmento F potrebbe essere presentato entro la fine dell'anno, mentre l'inizio della produzione dovrebbe avvenire entro il 2026. L'auto sarà costruita in Francia e commercializzata in Europa, Stati Uniti, Cina, Giappone e Corea del Sud.