Assalto all’Europa? Il fenomeno sul mercato elettrico cinese del momento è Leapmotor T03, una piccola smaccatamente ispirata a Fiat 500 nelle forme. Con un aumento delle vendite del 1.226% rispetto a un anno fa, con consegne di 3.195 pezzi a maggio, supportato da altri due modelli, la S01 e la C11, arrivando a un totale di 9.104 immatricolazioni nei primi cinque mesi del 2021.

Numeri che cominciano a farsi importanti. Lo stile della vettura ha avuto un impatto, assieme ovviamente al prezzo, molto competivi per una piccola auto elettrica, anche sul mercato cinese.

Prezzo da 8mila euro

Al netto degli incentivi Leapmotor T03 ha un prezzo di partenza, al cambio, di circa 8.000 euro, arrivando fino a 9.300 per la versione più accessoriata.

Il successo della vettura, lunga 3,62 metri (Fiat Panda è lunga 3,65 metri), potrebbe portare a medio termine a prospettive più ambiziose.

Il fondatore del Marchio Zhu Jiangming ha intenzione di arrivare a una quota di mercato di auto elettriche in Cina del 10%, per poi sbarcare anche in Europa, forte proprio di uno stile delle vetture ritenuto ammiccante anche per le nostre latitudini.

300 km di autonomia per la citycar

Leapmotor T03 è una citycar a quattro posti, dotata di un motore elettrico da 74 cavalli e 155 Nm di coppia. E di una batteria, dotata di gestione intelligente del liquido di raffreddamento e riscaldamento, da 36,5 kWh accreditata di una autonomia nel ciclo WLTP di 300 km.

La velocità in Cina è limitata a 100 km/h, ma i 130 km/h saranno possibili sul nostro mercato. Potenzialmente sarebbe una concorrente diretta di modelli come Renault Twingo Electric, ma con una dotazione di pregio per la top di gamma Deluxe Edition: telecamera, undici sensori e sistemi di assistenza alla guida di secondo livello.

Tesla Model S Plaid+ cancellata: basta la Plaid, parola di Musk