Dakar 2022, Audi pronta con Peterhansel e la RS Q e-tron elettrica

Dakar 2022, Audi pronta con Peterhansel e la RS Q e-tron elettrica

Audi nel 2022 affronterà la Dakar in Arabia Saudita con il prototipo elettrico ad autonomia estesa RS Q e-tron e un pilota d'eccezione: Stéphane Peterhansel

di Lorenzo Lucidi

19 ottobre

La transizione elettrica passa anche attraverso il motorsport, ideale campo di sperimentazione per le nuove tecnologie. Audi, da sempre impegnata in più categorie, si prepara ad affrontare la più dura delle competizioni automobilistiche, la Dakar, con una vettura completamente elettrica, la RS Q e-tron. A guidarla sarà uno specialista della massacrante gara, Stéphane Peterhansel. Il francese, che nella Dakar ha trionfato 14 volte, ha parlato con entusiasmo del prototipo elettrico messo a disposizione da Audi, dicendosi convinto che la trazione elettrica prenderà sempre più piede negli anni a venire.

Audi RS Q e-tron e Stéphane Peterhansel pronti alla Dakar 2022

Audi RS Q e-tron e Stéphane Peterhansel pronti alla Dakar 2022

Audi si prepara ad affrontare la Dakar 2022 in Arabia Saudita insieme a un pilota d'eccezione come Stéphane Peterhansel e una vettura elettrica con autonomia estesa, la RS Q e-tron

Guarda la gallery

Audi RS Q e-tron, nel deserto con l'elettrica

La Dakar è una delle gare più dure che esistano, tanto per i piloti quanto per i mezzi. L'edizione 2022 si disputerà nell'Empty Quarter, il deserto di sabbia più esteso del mondo: un banco di prova unico per i mezzi che parteciperanno alla competizione. In particolare quelli che porteranno in dote nuove tecnologie. È il caso dell'Audi RS Q e-tron, prototipo elettrico ad autonomia estesa che la Casa tedesca schiererà sulle dune arabe. Con, al volante, un pilota d'eccezione: Stéphane Peterhansel, autore alla Dakar di 14 successi, 6 con le moto e 8 con le auto, che quest'anno punta al successo con questa vettura dal powertrain alternativo.

“Se cinque anni fa mi avessero detto che avrei preso parte alla Dakar con un mezzo elettrico non ci avrei creduto – ha detto Peterhansel – e soprattutto non avrei mai pensato che questa tecnologia potesse regalare un piacere di guida simile. Dopo aver guidato Audi RS Q e-tron, non ho alcun dubbio: la trazione elettrica conquisterà un pubblico sempre più vasto, anche nell'utilizzo quotidiano”. A convincere il pilota francese la prontezza dell'erogazione della potenza, ma anche l'assenza del cambio, che consente così di concentrarsi appieno sulla guida.

Audi affida a Ken Block lo sviluppo delle auto elettriche più performanti del marchio

Peterhansel pronto alla Dakar

Per Audi, quella del 2022 sarà la prima Dakar. Ma la Casa tedesca ha già affrontato diverse competizioni sportive con tecnologie elettrificate, dalla 24 ore di Le Mans, con una vettura ibrida, a quella full electric della Formula E. “Devo ammettere che nessuno coglie Audi impreparata quando si tratta di sviluppare un'auto da competizione – ha detto Peterhansel – noi piloti contribuiamo con decenni di esperienza. È un mix eccezionale, di cui beneficiamo tutti”.

L'Audi RS Q e-tron è una vettura dotata di un motore elettrico ad autonomia estesa, ovvero in cui è presente anche un propulsore termico (in questo caso, un 4 cilindri TFSI) che produce energia quando le batterie sono scariche. “L'unico aspetto che richiede un minimo di assuefazione è il sound, in quanto in motore che funge da range extender non reagisce in modo lineare alla pressione dell'acceleratore” ha spiegato il pilota francese. Che poi ha aggiunto come, in gare così impegnative, la velocità non sia importante quanto l'affidabilità e la capacità di non commettere errori “Sarà cruciale evitare le 'trappole' tra le dune. Il primo obiettivo è arrivare al traguardo ha spiegato Peterhansel.

L'appuntamento per la Dakar 2022 è dal 2 al 14 gennaio in Arabia Saudita.

Audi R8 V10 performance RWD, Coupé e Spyder d'ispirazione GT4

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi