Bocciata perentoriamente da Sergio Marchionne l'idea di un'alleanza tra FCA e PSA, per il gruppo transalpino è tempo di guardare al futuro, con un piano industriale spalmato su 5 anni, ribattezzato "Push to pass" e rivolto a incrementare margini operativi e fatturato. Carlos Tavares ha illustrato i contenuti del programma, gli strumenti attraverso i quali arrivare a un margine operativo medio del 4% dalla divisione auto nel triennio 2016-2018 e del 6% nel 2021, un fatturato in crescita del 10% tra 2015 e 2018 e di un ulteriore 15% nel 2021. 

Da un lato si faranno investimenti ponderati in ricerca e sviluppo, dall'altro si taglieranno i costi produttivi e fissi, inoltre, l'evoluzione del modello economico porterà a un ampliamento della clientela ricorrendo alla digitalizzazione e offerte multi-marca nel post-vendita e non solo: «leasing, veicoli d’occasione, servizi di mobilità e di gestione delle flotte. Investimenti mirati in venture capital permetteranno di ampliare il portafoglio delle soluzioni di mobilità», così il gruppo PSA guarda al futuro.

E i prodotti? Sono il tassello fondamentale dell'offensiva del piano Push to pass. Arriveranno ben 26 novità tra Citroen, DS e Peugeot, nello specifico si punta a una "formula": un prodotto per ogni marchio ogni anno, rivolto a un'area globale specifica. Auto ibride plug-in ed elettriche faranno la loro parte, 7 modelli in cantiere con architettura termico-elettrica e 4 totalmente a zero emissioni. C'è, poi, la divisione dei veicoli commerciali, che sarà parte integrante del piano di crescita, con 8 nuove proposte, incluso un pick-up con una portata di 1.000 kg. 

Consumi reali: i dati di Citroen, DS e Peugeot

Guardare al futuro vuol dire anche esplorare il campo dell'automazione alla guida e sviluppare ulteriormente la connettività e digitalizzazione. Sul primo fronte, lo scorso anno proprio Tavares aveva anticipato l'implementazione sulla prossima generazione di Peugeot 508 di elementi che rendessero possibile la guida autonoma in determinati frangenti, potrebbe trattarsi del modello che porterà al debutto tali contenuti. 

«Con il piano Push to Pass, assicureremo la crescita organica redditizia di PSA», ha commentato l'AD del gruppo, aggiungendo: «sulla base di fondamentali ritrovati, ci lanceremo in un’offensiva prodotto e tecnologica globale. Adesso siamo più agili e siamo pronti a cambiare paradigma, anticipando i cambiamenti negli utilizzi dell’automobile. La nostra trasformazione digitale farà del Gruppo PSA un’azienda connessa con i suoi clienti».

Peugeot 208 GTi/Nove, omaggio ai titoli di Andreucci