C'è chi ha calcolato il tempo medio perso da ognuno di noi, ogni giorno, a ricercare oggetti persi: 15 minuti (ricerca di Tile attraverso Censuwide; 2.000 persone intervistate, il 64% passa fino a 15 minuti alla ricerca di oggetti). Che sia il portachiavi, il cellulare, il portafoglio, una borsa, sarà capitato a tutti, almeno una volta, di improvvisare una caccia al tesoro rovistando sotto i sedili o negli angoli più remoti dell'abitacolo. Land Rover Discovery Sport introduce tutta una serie di novità per il model year 2017, da subito nelle concessionarie, con un prezzo di partenza di 37 mila euro. E tra gli accorgimenti particolarmente interessanti c'è il Tile Tracker

Si tratta di un sistema di rilevamento degli oggetti basato sulla connettività bluetooth, il cui raggio di copertura è all'incirca di 10 metri. Sfruttando delle "Tile", ovvero, una sorta di targhetta da accompagnare all'oggetto che si vuole monitorare, sarà possibile per l'infotainment dell'auto, l'InControl Touch Pro, captare il segnale via bluetooth e attivare un allarme sonoro (a 90dB) per guidare nella ricerca. Inoltre, potrà indicare anche l'ultima posizione conosciuta dal sistema e, all'avvio dell'auto, effettuare una verifica preventiva per assicurarsi che tutti i dispositivi programmati e minuti di Tile non siano stati dimenticati altrove e si trovino a bordo.

Le indicazioni a schermo saranno proposte sul nuovo display da 10,2 pollici ad alta risoluzione, con possibilità di separazione in due parti per consentire a guidatore e passeggero di utilizzare differenti funzioni contemporaneamente. La potenza di calcolo è assicurata da un processore Intel quad-core, mentre un sistema di storage SSD con 60 GB di capacità completa la dotazione dell'infotainment rinnovato. 

Altri accorgimenti modificano il suv britannico. Sarà disponibile una Discovery Sport Black Limited Edition, ad esempio, con griglia Dynamic, vetri scuri, badge Sport specifico e pacchetto Black Design; si aggiunge, poi, il pack Graphite, che oltre a finiture specifiche per la griglia offre il tetto a contrasto, grigio, e gli specchietti neri e cerchi in lega in tre differenti misure, da 18, 19 o 20 pollici di diametro. 

Migliorata anche la disponibilità di sistemi di assistenza alla guida. Si parte dal rilevatore di stanchezza del guidatore Driver Condition Monitor, per passare al Lane Keep Assist: non è un semplice avviso del superamento involontario di corsia, l'elettronica interviene materialmente sul volante per riportare con manovre soft l'auto all'interno della propria corsia, grazie a una telecamera anteriore che legge i limiti delle corsie e rileva le variazioni involontarie dalla traiettoria corretta. Con l'Intelligent Speed Limiter, infine, ricorrendo al dispositivo di rilevazione della segnaletica stradale, oltre ad avvisare il guidatore del superamento dei limiti imposti su un certo tipo di percorso, propone l'"adeguamento" della velocità e, se accettato, il sistema rallenta l'auto autonomamente.

Land Rover Discovery Sport, la prova 

Jaguar-Land Rover e il rilevatore di buche