Tutto nasce nel 2014, da un modellino in argilla, dalla curiosità di capire quali proporzioni avrebbe avuto Toyota GT86 con una carrozzeria diversa. Come sarebbe stata una shooting brake. Un esercizio di stile nato nel reparto design di Toyota Australia, guidato da Nicolas Hogios, concretizzato in Giappone e presentato a Sidney dal capo progetto GT86 Tetsuya Tada. Resterà esemplare unico, non si parla concretamente di una possibile produzione: «Mai dire mai, mi piacerebbe tantissimo che questo concept diventasse realtà e venisse prodotto, ma si tratta piuttosto di un concept che dimostra la passione all'interno di Toyota per le macchine divertenti da guidare»

E' stata provata su strada e la nuova carrozzeria non avrebbe impattato sulle doti dinamiche della GT86 che conosciamo. Il design della coda è totalmente riscritto e gli interventi iniziano sin dal raccordo del montante A con il tetto: prosegue molto più alto nella zona posteriore, con una porzione vetrata al di sotto dello spoiler raccordato con il montante C. Tra le note più interessanti, l'andamento esteso della linea di cintura.

Toyota GT86 facelift 2016

«E' una concept car pienamente funzionale, un'auto che si può guidare ed è stata messa alla prova sulle piste di test Toyota. Lo sterzo diretto e il bilanciamento del peso della 86 sono garanzia di un'esperienza di guida uguale alla coupé, con una sensazione un po' più neutrale nelle curve strette», le parole di Hogios.

Il nuovo volume posteriore permette un accesso più comodo al bagagliaio, dalla capacità di carico superiore ai 243 litri della coupé.