Porsche 911 GT3, 20 anni del mito corsaiolo

Porsche 911 GT3, 20 anni del mito corsaiolo

La versione più estema della 911 è diventata una delle più prestigiose del modello: una corsa vincente, da venti anni, iniziata al Salone di Ginevra nel marzo 1999.

di Francesco Forni

9 agosto 2019

GT3 da venti anni rappresenta la versione più speciale di Porsche 911. Quella corsaiola e pura: più potente, più leggera, ribassata, solo a trazione posteriore e con il flat six aspirato. Il non plus ultra della passione sportiva, con la mitica sigla non a caso mutuata pari pari dal motorsport. Anche difficile da portare, ma pronta a tutto.

Porsche 911 GT3, 20 anni di noveundici speciali FOTO

Porsche 911 GT3, 20 anni di noveundici speciali FOTO

La più estrema delle 911 ha avuto subito successo

Guarda la gallery

Una corsa che dura, vincente, da venti anni, iniziata al Salone di Ginevra nel marzo 1999.

Con il modello nato dalla serie 996, rispetto alla quale era più bassa di tre centimetri, con freni potenziati, cambio manuale e altre modifiche ad assetto. Ma soprattutto il grande alettone posteriore, da allora uno dei marchi di fabbrica del modello. Sotto il vestito il boxer 6 cilindri era un 3.6 litri capace di erogare 360 cavalli.

Porsche 911 GT3 RS Weissack Package, la prova in pista

Porsche 911 GT3 RS Weissack Package, la prova in pista

Cesare Cappa ha provato al Nurburgring la versione top di gamma della 911 GT3, alleggerita di 18 kg rispetto alla versione standard, cofano anteriore e il tetto in carbonio a vista sono realizzati in materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio (CfK).

Guarda il video

Quattro anni dopo arrivò il restyling, con la potenza salita a 381 cavalli grazie alla fasatura variabile. In opzione i freni in materiale composito. Nel 2003 lo zenit della serie con la 911 GT3 RS, ancora più bassa e con un alettone ancora più grande. Dalla strada fu utilizzata come base per i modelli da corsa. Percorso inverso, a testimonianza della sua efficacia.

La seconda e la terza serie

Nel 2006 la seconda serie, 911 GT3 su serie 997. Con il flat six ancora di 3.6 litri, ma con la potenza salita 415 cavalli. Portò all’esordio (a pagamento) le sospensioni PASM (Porsche Active Suspension Management) ovvero la regolazione elettronica degli ammortizzatori. Con lei anche la più sportiva 911 GT3 RS, con potenza salita a 450 cavalli. Sulla bilancia più leggera di 20 kg (1370) e più larga, con carreggiate posteriori maggiori e con uno spoiler posteriore ancora più grande e due nuovi colori, che poi son diventati mitici: arancione e verde acido.

Porsche 911 GT3 RS: 6:56.4 al Nurburgring

Porsche 911 GT3 RS: 6:56.4 al Nurburgring

E' il terzo modello Porsche a girare sotto i 7 minuti sui 20,6 km del Nurburgring. Il boxer aspirato 4 litri da 520 cavalli e il nuovo progetto migliorano di ben 24 secondi il tempo ottenuto dalla precedente generazione di GT3 RS. Gomme di serie per il tentativo centrato da Kevin Estre, pilota ufficiale Porsche nel WEC in Classe GTE

Guarda il video

La terza serie di 991 GT3 arrivò nel 2013, con il boxer salito a 3.8 litri e a 475 cavalli di potenza. Arriva il plus delle ruote posteriori sterzanti e il passaggio storico al cambio PDK, automatico a doppia frizione. Due anni dopo è toccato alla 911 GT3 RS, con motore 4 litri da 500 cavalli, il più leggero tetto in magnesio e la possibilità di riavere il cambio manuale a 6 marce. Altro step per GT3 RS nel 2018 con potenza di 520 cavalli, ancora alleggerita e con sospensioni ottimizzate. La nuova generazione è attesa per il 2020, con il boxer che dovrebbe rimanere puro, aspirato.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi