Un salto di Lewis Hamilton al quartier generale del design Mercedes e capita di scoprire una sportivissima coupé, ancora allo stato del modellino in argilla, in scala ridotta. Un "ancora" che, in realtà, rappresenta una fase di sviluppo del design evoluta rispetto ai bozzetti.

Passeggia tra le concept Mercedes-Maybach, prossima tappa l’atteso suv di lusso, e mette le mani sul modellino, a cesellarne un po’ la superficie. Opera solitamente degli specialisti del design, con Steffen Kohl, direttore del Design esterno avanzato, a spiegare a Lewis i passaggi che portano dai bozzetti digitali al prodotto finito.

RINNOVAMENTO DELLE COUPÉ IN ARRIVO

Il modellino potrebbe anticipare le proporzioni della futura Mercedes SL, nuova generazione che verrà prodotta condividendo l’architettura con Mercedes-AMG GT di seconda serie.

Se quest’ultima deve ancora registrare il lancio della Black Series, punto più alto della gamma stradale – arriverà nel 2020, i muletti sono stati avvistati da tempo al Nurburgring – per la Mercedes SL il rinnovamento potrebbe precedere la AMG GT di seconda generazione.

Il modello in argilla rivela un frontale ispirato alla hypercar Mercedes Project One nel disegno della fascia paraurti, con un taglio dei fari ancora appena accennato ma decisamente più spigoloso rispetto all’attuale Mercedes-AMG GT, della quale replica invece le proporzioni, con cabina arretrata, sebbene il volume posteriore sia un po' meno raccordato con il lunotto e sviluppi, invece, un accenno di coda.

Proporzioni che rappresentano un indizio a supporto dell’ipotesi che il modellino prefiguri proprio la futura serie di AMG GT anziché SL.