Trecentosettantamila vecchie Fiat 500 contro appena trentamila auto elettriche, con un rapporto di 12 a 1. In un prossimo futuro il sorpasso sarà, di fatto, inevitabile, ma, intanto, tra le vetture attualmente circolanti in Italia, il “Cinquino” sopravanza nettamente, per numero, quello delle automobili di nuova generazione, a ulteriore testimonianza dell'anzianità del parco auto italiano che si conferma tra i più vecchi d'Europa con 10.8 anni di media per vettura. È quanto emerge da un'indagine pubblicata su Repubblica.it che svela ulteriori aspetti di questo singolare primato nostrano.

Fiat 500: il successo continua

Delle 4 milioni di vecchie Fiat 500, la cui produzione è stata interrotta oltre 40 anni fa, il 10% è ancora in circolazione, nonostante i blocchi alla viabilità, in vigore soprattutto nelle grandi città, per la riduzione delle emissioni inquinanti. Tra i vantaggi nell'utilizzo del Cinquino spicca la facilità di movimento e di parcheggio, quest'ultima dovuta alle dimensioni ridotte (1.3 metri di altezza e larghezza; 2.9 metri di lunghezza) difficilmente paragonabili a quelle di altre auto in circolazione. Vantaggi che fanno passare in secondo piano, la potenza davvero ridotta della 500 che oscilla tra i 13 e i 18 cv o il numero ridotto di passeggeri trasportabili. 

ACI: In Italia circolano 39 milioni di automobili

Insomma, una longevità davvero eterna quella della utilitaria Fiat. Dal 1977, ormai, non se ne vende più alcuna ma il suo “fascino” resiste specie in confronto alle nuove forme di mobilità, in una tendenza, stando ai ritmi attuali, destinata ancora a durare a lungo. Almeno in Italia..