Fiat Chrysler Automobiles cambia passo con la nuova struttura Product Development. Sviluppo del prodotto in italiano, con un obiettivo chiaro: concentrare gli sforzi, senza disperdere qualità e risorse.

Dal 2020 la nuova organizzazione sarà operativa, basata su tre attività:  ingegneria, gestione e esecuzione dei programmi, e supporto ai programmi.

Ferrari elettrica solo dopo il 2025

Così l’ha introdotta  Mike Manley, CEO di FCA. "Il nostro settore sta attraversando trasformazioni a livello tecnologico ad una velocità mai vista in passato, Ed è per questo che abbiamo deciso di creare un'organizzazione che permetta ai nostri ingegneri e tecnici di dare massima espressione alla loro energia creativa, a beneficio dei nostri clienti e degli stakeholder in tutto il mondo".

Alla guida ci sarà Harald Wester, Chief Technical Officer, elemento di grande esperienza nel Gruppo. Che ha detto: 

"La struttura attuale ha dato vita alla gamma prodotti più diversificata e accattivante del settore, che spazia da Alfa Romeo fino ad arrivare a Ram, Il livello di consolidamento e integrazione che stiamo implementando ora arricchirà ulteriormente la nostra offerta in tutti i mercati.  E a trarne il maggior beneficio saranno i nostri clienti. Le nostre risorse ingegneristiche saranno concentrate e integrate, non diluite”.

Nello specifico del prodotto, le attività ingegneristiche saranno supportate da cinque nuovi centri di competenza tecnologica:

  • Body, Chassis, Interior and Wiring Integration con responsabilità per lo sviluppo dei principali gruppi di componenti dei veicoli
  • Electrical, Electronics and Software, che svilupperà architetture elettroniche
  • Propulsion Systems, che comprenderà sia i sistemi elettrificati che quelli convenzionali
  • Total Vehicle Integration
  • Advanced Technology and Pre-Development Programs

Altro passo strategico è rappresentato dall'integrazione delle funzioni di ingegneria del veicolo (Vehicle Engineering) e quelle di ingegneria del motore (Powertrain Engineering).

Un annuncio importante: con la fusione FCA-PSA alle porte sarà da valutare come la nuova struttura si integrerà nella futura alleanza