Auto storiche, una passione decisamente impegnativa e costosa per i collezionisti dei modelli d'epoca prodotti dai maggiori marchi automobilistici. Tra questi vi è anche il 55enne britannico Gregor Fisker, un commerciante di auto storiche che ha acquistato, nel 2017, all'asta, una Ferrari 250 GTO al modico prezzo di 44 milioni di dollari. Un modello rarissimo e prodotto in serie limitata che Fisker ha comprato però senza un componente fondamentale per le auto ovvero … il cambio.

Ferrari, un'elettrica solo dopo il 2025

La Ferrari 250 GTO e il cambio della discordia

La vicenda è stata raccontata dal Daily Telegraph. Fisker avrebbe acquistato l'auto dal precedente proprietario, l'avvocato Bernard Carl con la consapevolezza che il pezzo mancante originale sarebbe stato acquistato e, successivamente, consegnato dallo stesso Carl. Una ricostruzione avallata anche dall'avvocato di Fisker, William Hooper, chiamato a dirimere la lite tra i due, complicatasi ulteriormente in seguito alla richiesta di Carl della somma di 25mila dollari per l'acquisto del cambio in possesso di un rivenditore della California.

E non è tutto. Al rifiuto di Fisken che non ha voluto in alcun modo pagare nonostante la consegna fosse già impostata, Carl avrebbe chiesto a quest'ultimo ben 500mila dollari per l'approvvigionamento e la spedizione del componente per la Ferrari. Una richiesta che – sospettiamo – il commerciante britannico non accetterà, lasciando il suo gioiello sprovvisto di un “accessorio” necessario per farlo funzionare.

Il contenzioso è lontano da una soluzione immediata. L'ultima parola spetterà all'Alta Corte di Londra chiamata a pronunciarsi per cercare di risolvere quella che romanescamente potrebbe essere definita una delle “sòle” più costose della storia.