Nuova Ford Focus RS, verso l'ibrido con eTwinster?

Nuova Ford Focus RS, verso l'ibrido con eTwinster?

I rumours sulla più sportiva e potente tra le Focus vorrebbero un asse posteriore elettrificato  per garantire lo schema quattro ruote motrici. Oltre 400 cv dal sistema con motore termico 2.3 litri turbo ed elettrico posteriore

23 dicembre 2019

Sposterà l’asticella ancora più in alto, lo farà ricorrendo a un powertrain elettrificato. Dello sviluppo di nuova Ford Focus RS e delle possibile scelte tecniche adottate per il progetto se ne discute da tempo, tuttavia senza conferme dirette di muletti avvistati su strada. La sportività del modello poggia attualmente sulle versioni Focus ST (in foto), benzina e diesel veloci ed equilibrati.

Altro livello di performance esprimerà la lettura RS di Ford Performance. Dalla precedente generazione ritroveremo il motore turbo 2.3 litri, l’EcoBoost declinato nella specifica 350 cavalli e abbinato alla trazione quattro ruote motrici.

Leggi anche: Il test di nuova Ford Focus ST

Motore Ecoboost punta nuove vette

Più cavalli, medesima filosofia da all-wheel drive, diversa la strada tecnica con la quale raggiungere l’obiettivo. L’elettrificazione sotto forma di sistema ibrido della Focus più sportiva, come il livello di potenza in quota 400 cavalli, da subito si sono affermati tra i rumours più solidi.

Nuova Ford Focus ST: foto

Nuova Ford Focus ST: foto

Ford presenta la gamma sportiva ST, sia berlina 5 porte che station wagon. Due motori abbinabili, il potente 2.3 litri turbo benzina da 280 cavalli e il Diesel 2.0 da 190 cavalli. Assetto affinato nei braccetti di sterzo, nelle sospensioni a controllo elettronico e nell'altezza da terra ridotta

Guarda la gallery

Adesso, secondo quanto riporta Car Magazine, si punta alla sostanza delle scelte tecniche. Ovvero, che tipo di elettrificazione sportiva adotterà nuova Ford Focus RS?

Non di rado è l'elettrificazione del cambio a realizzare il supporto a zero emissioni al motore termico. Per Focus RS la via potrebbe essere un'altra.

L'integrale Twinster

La presentazione dovrebbe concretizzarsi già nel 2020 e rivelare un asse posteriore elettrificato. La via delle quattro ruote motrici utilizzata dalla Focus RS di precedente generazione ricorre al sistema Twinster di GKN.

Leggi anche: Mountune proietta Focus RS a 520 cv

La peculiarità del dispositivo, impiegato da numerose quattro ruote motrici, tra cui Opel su Insignia 4x4, sta nel sostituire i componenti classici di un differenziale con due frizioni a controllo elettronico, ciascuna "dedicata" a un semiasse e, nel valore di chiusura dei dischi si attua il trasferimento di coppia, il vectoring tra le ruote posteriori.

La variante eTwinsterX

Sempre GKN ha sviluppato lo schema Twinster, più leggero di un differenziale, in eTwinsterX, ovvero, la trasmissione della coppia alle ruote posteriori prodotta da un motore elettrico, a due velocità, senza la necessità di un albero di trasmissione dal motore termico anteriore. L’insieme del motogeneratore, del torque vectoring e trasmissione a 2 rapporti, in un’unica scatola.

La presenza di due rapporti utilizzabili dal motore elettrico risponde alla necessità di ottimizzare l’efficienza alle alte velocità, riducendo il regime di rotazione del motore elettrico e assicurando velocità di punta nell’ordine dei 250 km/h.

Non emergono dettagli sui dati di potenza e coppia che tale sistema può apportare alla componente termica, accreditata di un’evoluzione da oltre 400 cavalli e completa di un mild-hybrid a 48 volt con starter-generatore integrato.

A supporto di un tale scenario di elettrificazione su nuova Focus RS c’è la collaborazione già in essere tra Ford e lo specialista britannico sui sistemi di trasmissione.





  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi