Fare sesso in auto? Una delle più valide alternative al classico letto. Amoreggiare all’interno di un veicolo (come in un film porno a bordo di una Tesla) con il proprio partner rappresenta uno degli “sfizi” più comuni tra le coppie, non solo italiane. Anche se bisogna sempre fare attenzione per evitare di incappare in sanzioni penali come multe e carcere.

Sesso in auto: si rischiano carcere e multe

Il SONDAGGIO FATTO A 2253 UOMINI

La rivista tedesca Men’s Car si è spinta oltre, e ha provato, attraverso un sondaggio, a capire la correlazione tra il Marchio di auto e il numero di prestazioni sessuali. Ovvero: sono stati intervistati 2253 uomini in età compresa tra i 20 e i 50 anni. Ognuno di loro ha dichiarato la marca della propria auto e quante volte fa sesso durante la settimana.

TRIONFO TEDESCO, L’ITALIA È TERZA

Il responso ha visto una netta supremazia tedesca. Al primo posto BMW: chi guida macchine del brand di Monaco di Baviera dichiara di far sesso in media 2.2 volte a settimana. Non è stato specificato quale modello in particolare, ma è facile pensare che si tratti di coupé o comunque gamme sportive.

Medaglia d’argento per i possessori di Audi: i possessori di un’auto di Ingolstadt perdono di pochissimo il primato, arrivando a quota 2.1 rapporti a settimana.

L’Italia si classifica terza. I proprietari di macchine Fiat infatti sostengono di fare l’amore 2 volte a settimana. Fuori dal podio, ex aequo in quarta posizione, i possessori di auto francesi e di Volkswagen. A seguire, ecco le auto giapponesi (1.8 rapporti a settimana), Ford (1.7), Mercedes-Benz (1.6) e a pari merito le coreane e la Volvo.

Incredibilmente, ultima in classifica è Porsche: i possessori di auto del Marchio di Stoccarda fanno sesso, dicono, solo 1.4 volte a settimana. Si consoleranno con la loro auto, ne siamo certi.

IL RESPONSO TRA LE DONNE

Inoltre, sempre la stessa rivista ha effettuato un altro sondaggio, stavolta rivolto alle donne. Ebbene, in questa specifica graduatoria vincono le guidatrici di auto francesi, seguite dalle italiane al secondo posto e dalle tedesche al terzo. Insomma il garage nasconde tanti segreti, e non solo scatoloni e oggetti dimenticati.

Tesla va sul sesso per il nome del modello 3