Nei piani McLaren è noto come ci sia l’introduzione dell’ibrido e dell’ibrido plug-in nella propria gamma. Un’offerta che vede le Sports Series le proposte d’”ingresso”, dalla 540C alle 570, fino a McLaren 600LT.

I primi test su strada della tecnologia ibrida che potrebbe essere presentata nel corso del 2020 si svolgono su un muletto di McLaren 570S.

È l’architettura sulla quale i tecnici verificano il sistema ibrido del progetto MV614, sigla che campeggia sulla carrozzeria. Quali caratteristiche proporrà? L’elettrificazione dei motori termici turbocompressi è attesa tanto sul frazionamento V8 che su una nuova proposta V6, entrambi sviluppati in collaborazione con Ricardo.

Motore, l'ibrido cambia l'installazione

Dal muletto di prova è interessante notare come l’installazione degli organi meccanici e dei componenti del nuovo motore ibrido sia piuttosto diversa rispetto al V8 classico, l’M838T, sulla 570S.

Gli scarichi sono in posizione alta, quella che solitamente è una scelta di tipo aerodinamico su un powertrain ibrido potrebbe essere funzionale a liberare spazio per le componenti elettriche.

Inoltre, il posizionamento del tappo del carburante sul lato destro, anziché a sinistra, è un ulteriore indizio di una disposizione degli accessori del powertrain piuttosto diversa nell’installazione.