Nonostante qualche mese fa Stephan Winkelmann avesse dichiarato che Bugatti avrebbe smesso con la sua ricerca per i record di velocità, la casa di Molsheim ha svelato - in occasione del non Salone di Ginevra - l’ultima arrivata della sua esagerata produzione, la Chiron Pur Sport.

Ancora più cattiva

Come il nome lascia intendere, quest’ultima variante della possente Chiron rappresenta l’apice della sportività per Bugatti. Se sotto al cofano posteriore della Pur Sport permane il leggendario W16 quadri-turbo da 8 litri da 1500 cv, quest’ultimo è accoppiato ad un cambio completamente ricalibrato per ottenere una risposta più rapida e cattiva. Al motore infine sono stati regalati 200 giri di libertà in più, spostando quindi il limitatore a quota 6.900 giri, un valore ragguardevole per un’unità di queste dimensioni.

Queste modifiche fanno il paio con una serie di importanti modifiche al telaio dell’auto, utili per renderlo più rigido e al contempo leggero: se le sospensioni sono state ritarate e dotate di molle più rigide del 65% all’anteriore e del 33% a posteriore, l’utilizzo di un nuovo set di cerchi forgiati e dischi freno permette di risparmiare circa 50 kg una volta sulla bilancia rispetto alla Chiron “tradizionale”.

Bugatti, crossover o GT elettrica per i 'grandi' volumi

Aerodinamica estrema

Le modifiche per rendere più sportiva la Chiron proseguono all’esterno della vettura, dove tutto è votato ad una migliore efficienza aerodinamica strizzando comunque l’occhio agli stilemi tipici delle vetture più sportive: se quindi l’anteriore è dominato da nuove e più ampie prese d’aria, il protagonista della faccenda è sicuramente l’imponente alettone posteriore (dalla larghezza di 1,9 metri), utile tanto per generare deportanza quanto per rendere immediatamente identificabile la Pur Sport delle “normali” Chiron.

Degno di nota l’impianto di scarico, i cui tubi sono ottenuti mediante stampa 3D di titanio, tecnica utile per contenere al massimo il peso senza lesinare sulle proprietà meccaniche del manufatto. Dedicati unicamente alla Pur Sport sono anche gli pneumatici, sviluppati appositamente da Michelin per l’occasione: un'occasione purtroppo per pochi fortunati, verranno infatti costruite solo 16 Chiron Pur Sport, ciascuna venduta a circa 3,2 milioni di euro, IVA esclusa.

Bugatti Chiron, Noire 'accessibile' ispirata a La Voiture Noire