Una foto famiglia da oltre 30 milioni di euro, tasse escluse. Sei Bugatti assieme sono quasi impossibili da vedere una vicina all'altra. Cifra altissima, ma non si tratta di auto d'epoca. Sono tutte realizzate su base della stratosferica Chiron, ma ognuna con la sua unicità: e con oltre 9.000 cavalli complessivi.

Essendo una questione di familiare, non poteva che celebrarsi, a “casa”, presso lo Château St. Jean a Molsheim, in Francia. Tutte spinte dal W16 quadri-turbo.

Una riunione unica, cui hanno partecipato Chiron Super Sport 300+, Chiron Sport, Chiron Pur Sport, Centodieci, Divo e La Voiture Noire. 

La regina nera

La Voiture Noire come noto è l’auto più cara del mondo, dal valore di 11 milioni di euro, tasse incluse: potenza, 1.500 cavalli. Pezzo unico, probabilmente di proprietà del principe saudita Badr Bin Saud, esibisce forme più filanti, ispirate dalla Type 57 SC Atlantic degli Anni Trenta.

Il mistero della Bugatti più costosa

A seguire la Centodieci, realizzata in soli 10 esemplari, a 8 milioni di euro l’uno: 1600 cavalli e 0-100 in 2,4 secondi. Completa il podio la Divo (1.500 cavalli) altra “chicca” da 5 milioni di euro, assemblata in 40 esemplari.

 

E siamo già a 24 milioni. Le “ultime” tre, Chiron Super Sport 300+, Chiron Sport, Chiron Pur Sport, sono sono certo dozzinali. Si tratta sempre di vetture speciali, con la prima (1.600 cv, 30 unità) finalizzata a superare le 300 miglia orarie, quasi 490 km/h. Completano il pacchetto, che fa trenta. E forse anche qualche milione in più.

Bugatti verso i 500 chilometri orari