Una Porsche cabrio gialla posteggiata sotto ai portici di Padova. È questo lo spettacolo a cui domenica scorsa, verso le 15:30, hanno assistito i passanti nella città veneta. Ma la sportiva tedesca non era stata messa in esposizione, né era protagonista di uno shooting fotografico nel centro di Padova. Il suo proprietario, un imprenditore 66enne, aveva infatti deciso di proteggere l’auto dalla pioggia utilizzando i portici come riparo. 

Porsche: alle origini del mito

Caccia al proprietario

La scena della 911 gialla sul percorso pedonale, per quanto suggestiva, non è stata gradita dai padovani. Così, dopo pochi minuti, alcuni passanti hanno avvertito le forze dell’ordine. I vigili sono giunti sul posto in breve, ma ormai della Porsche non c'era più traccia. Tuttavia non è stato necessario molto tempo per identificare l’auto e il suo proprietario. Si tratta di Carlo Mancuso, 66 anni, imprenditore e per nulla pentito del suo gesto.

“L’ho messa lì sotto perché aveva iniziato a piovere – ha poi spiegato l’uomo - mi si è incastrata la cappotta e non volevo che si bagnasse. Mancuso è stato poi rintracciato dai vigili: ”Gli ho semplicemente spiegato che l’ho fatto solo per proteggerla dalla pioggia – ha continuato l’imprenditore - Non mi hanno multato ma continuavano a chiamare la mia macchina ‘bussolotto’”. Nessun pentimento, però: “Per la mia giallina farei questo e altro.

USA, distrugge la Porsche Taycan Turbo dopo 15 miglia

AUTOMOTIVE.LAB - Solo i curiosi scopriranno il futuro dell'auto