Che si sia amanti del suv pompato o ecologisti convinti, con il restyling di Volkswagen Tiguan si hanno due risposte convincenti in entrambi i casi. Incide soprattutto sull’offerta di motorizzazioni, sull’evoluzione dei sistemi di assistenza avanzata alla guida e sull’infotainment, l’aggiornamento del suv compatto. Riassume quanto di buono Volkswagen ha lanciato sulla scena negli ultimi 18 mesi, dal Travel Assist evoluto all’ibrido plug-in aggiornato, fino ai diesel Twin Dosing e l’architettura modulare MIB3 al capitolo multimedialità e servizi connessi.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Sportività R

Volkswagen Tiguan R è il simbolo delle alte prestazioni, 320 cavalli scaricati su una 4Motion che è declinata in chiave sportiva con il torque vectoring sulle ruote posteriori e una ripartizione variabile tra i due assi. Per conoscere i numeri del 2.0 TSI con cambio DSG7 e linea di scarico Akrapovic, per scoprire quanto sappia andare forte il suv curato da Volkswagen R, si dovrà attendere ancora. Sappiamo, invece, dei cerchi da 21 pollici, dell’impianto frenante potenziato, delle modalità di guida con una Race dedicata.

Ibrido plug-in e diesel puliti

Agli antipodi, la proposta Tiguan eHybrid, ibrido plug-in da 245 cavalli e una modalità GTE che rimanda a suo modo alla prestazione pulita, con basse emissioni di Co2. Schema tecnico già apprezzato, il sistema con motore turbo benzina 1.4 litri e unità elettrica, in grado di muoversi per circa 50 km in modalità elettrica.

Il capitolo motori registra, poi, l’evoluzione dei diesel 2.0 TDI, più puliti con il Twin Dosing e il trattamento SCR degli NOx con duplice catalizzatore, uno subito a valle del motore, il secondo nel sottoscocca: ciacuno opera a temperature ottimali per abbattere gli Nox.

Il Travel Assist è l'Adas di Livello 2

Su strada, Volkswagen Tiguan restyling andrà con nuovi contenuti di stile, affinamenti che interessano soprattutto il frontale, i fari Matrix led adattivi, gli IQ. Light a indicare un contributo attivo alla sicurezza, dove IQ. Drive è la suite, invece, di Adas con assistenza di Livello 2 nel Travel Assist: fino a 210 km/h Tiguan è in grado di gestire traiettoria e velocità. Quest’ultima è corretta in modo predittivo dal cruise control, con la telecamera a rilevare i limiti di velocità e la segnaletica, dati ai quali sommare le informazioni ricavate dal navigatore satellitare relativamente alla planimetria e conformazione del percorso.

Interni tra touch e nuovo infotainment

La terza “macroarea” di importante crescita per Tiguan 2021 è l’offerta infotainment. Ritroviamo il moderno MIB3 e le funzioni connesse, la possibilità di un App Connect wireless – Apple CarPlay e Android Auto, oltre MirrorLink tra le interfacce presenti –, proseguendo con i comandi vocali con istruzioni naturali, il pairing bluetooth di più telefoni. Ovviamente, la eSIM assicura la connettività costante del suv, mentre i pacchetti WeConnect – base e Plus – sono soluzioni in abbonamento per funzioni da remoto e via app aggiuntive.

Sfoglia il listino Volkswagen: tutti i modelli sul mercato

Il Tiguan si conferma suv a tuttotondo con la capacità di traino fino a 2,5 tonnellate, una versatilità riscritta nelle scelte funzionali a bordo, legate ai comandi sul volante e la climatizzazione. Molti tasti si trasformano in comandi touch, in particolare dalle razze sul volante si ha accesso alle funzioni di Adas avanzati.

Retroilluminazione dei comandi, delle prese Usb-C, luci d’ambiente personalizzabili sono altri contenuti presenti sul restyling che verrà commercializzato in tre allestimenti oltre la proposta base: Life, Elegance, R-Line.