Il mercato automobilistico torna a vedere il sereno. Lo fa nel mese di settembre 2020, che segna un netto cambio di passo rispetto all'andamento del mercato nell'anno caratterizzato dalla pandemia globale, con addirittura alcuni miglioramenti rispetto ai dati dello stesso periodo dell'anno scorso, quando ancora la crisi COVID non era scoppiata.

Cerchi un'auto nuova? Consulta il listino completo di Auto!

I NUMERI: SORRIDONO LE AUTO IBRIDE ED ELETTRICHE

Secondo i dati forniti dal Ministero dei Trasporti, settembre 2020 ha fatto registrare 142.532 unità vendute, con una crescita del +9,5%. Una forte spinta è naturalmente arrivata dagli incentivi erogati dal Governo (clicca qui per scoprire tutte le informazioni): e non è un caso che a segnare un incredibile segno '+' siano state le auto ibride ed elettriche: 32.349 unità 'green' vendute, addirittura il 214,1% in più rispetto a settembre 2019. Andando a guardare nel dettaglio, le ibride plug-in sono passate da 790 a 2.874, per un aumento del 263,8%, e le elettriche hanno raggiunto quota 4.089, il 225,3% in più rispetto alle 1.257 di settembre 2019. Le auto a GPL segnano un +8,2%, mentre scendono a -19,1% le benzina e a -3% le vetture alimentate a Diesel.

I primi tre posti nella classifica dei marchi con più esemplari venduti sono occupati da FCA (37.173, +17,42%), Volkswagen (22.495, ma rispetto a un anno fa il Gruppo tedesca ha perso l'1,01%) e PSA, sul podio ma con un calo drastico del 13,80%. Sorride Renault, che conosce un aumento incredibile pari al +69,84%. Seguono Ford e Toyota, entrambe a +11%.

BOOM SUZUKI, PANDA LA SOLITA REGINA 

Merita un capitolo a parte Suzuki. La Casa di Hamamatsu, grazie anche al fattore Ecobonus e, quindi, alle sue auto ibride ed elettriche, ha immatricolato 4.966 unità, registrando un clamoroso +97,69% rispetto a settembre 2019.

Capitolo auto: al primo posto nel mercato italiano, come sempre, c'è Fiat Panda (13.991 nuove immatricolazioni), davanti Lancia Ypsilon e Renault Clio.