Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Maserati Nettuno, ecco come nasce il V6 del Tridente

Maserati Nettuno, ecco come nasce il V6 del Tridente

Maserati presenta Nettuno Engine Lab, la struttura dove viene assemblato il nuovo V6 da 630 cavalli, in sei stazioni, tra tradizione artigianale e alta teconologia

di Michele Salvatore

10 febbraio

Maserati ha aperto le porte del Nettuno Engine Lab, la nuova struttura dedicata all’assemblaggio di Nettuno, il V6 cuore pulsante della Maserati MC20.

Una vera e propria “clinica meccanica”, realizzata per essere isolata dal mondo esterno per celare i segreti industriali, ma anche per evitare intromissioni di impurità dall’ambiente esterno che possono influire negativamente sull’assemblaggio. Un esempio di modernità radicato nella storia del marchio perché sorto esattamente nel luogo in cui Maserati realizzava, agli inizi degli anni ’30, i suoi motori. Come hanno raccontato dal team del Tridente, nella realizzazione dell’impianto sono stati trovati i vecchi basamenti originali del passato… Una, storia, dunque, che riprende dove si era interrotta.

Mserati MC20, cattiveria fatta in casa

Maserati Nettuno Engine Lab

Maserati Nettuno Engine Lab

Maserati mostra dove e come viene assemblato Nettuno, il V6 fatto in casa, capostipite della nuova famiglia di propulsori che muoverà le future auto del Tridente di Modena

Guarda la gallery

Dai motori Ferrari al V6 fatto in casa

Infatti, il propulsore capostipite della nuova famiglia di motori, che spingerà Grecale, Gran Turismo e Gran Cabrio, riprende un filo interrotto in casa Modena dal 1998, da quando il Tridente entrò nell’orbita Ferrari e iniziò a usare i V8 del gruppo F136.

Terminato l’accordo di fornitura, Maserati ha voluto tornare alle origini e farsi in casa i motori, per dimostrare al mondo di avere le competenze meccaniche per realizzare prodotti ad altissima tecnologia, aspetto imprescindibile per un marchio premium, come definito anche nell’assetto tra i brand Stellantis.

Il processo produttivo del V6 Bitrubo da 630 cavalli, è articolato in sei stazioni, in un mix di lavoro artigianale seguito dall’occhio attento dei computer che controllano come la complicata  sequenza di assemblaggio venga compiuta a regola d’arte.

Postazione 1

Nettuno è composto da circa 1.300 componenti, tra parti fornite da produttori terzi e quelle realizzate in strutture interne del Gruppo Stellantis. Da qui si parte per formare 100 gruppi pre-assemblati che arrivano alla prima stazione dove inizia l’assemblaggio vero e proprio. Nel primo step, viene riscaldato il basamento per montare la canna dei cilindri. Tutto avviene in maniera manuale, ma l’operaio si avvale di due schermi di cui uno indica le operazioni fatte, il secondo serve da tutorial.

Postazione 2

A questo punto vengono installati cuscinetti e bielle. I passaggi vengono seguiti passo passo dai computer che, leggendo i codici a barre delle parti in postazione, aprono i cassetti della postazione, con le parti corrette da installare a ogni passaggio.

Postazione 3

Qui tocca alla testata, con l’installazione dei gruppi valvole, delle molle e dei bilancieri.

Postazione 4

La prima operazione è la pressatura. Viene controllata la presenza di eventuali perdite dai cilindri, poi si passa al montaggio degli alberi a camme. Poi la testa viene montata sul blocco, e si passa al montaggio degli elementi della distribuzione. Infine, tutto il sistema viene mandato nuovamente in pressione per verificare che non ci siano perdite in entrata e in uscita.

Postazione 5

Siamo quasi alla fine. In questa fase vengono montati i turbocompressori, i collettori di scarico e la parte più importante del motore. Il sistema della doppia camera di combustione, la componente che sfrutta tecnologia da F1, sulla quale Maserati ha realizzato tutto il progetto del suo gioiello.

Postazione 6

Fine corsa. Compressore dell’aria condizionata, alternatore e volano sono le ultime parti che concludono l’assemblaggio. Ultimi controlli di rito, di cui uno con motore a caldo, poi il V6 può essere spedito alla linea di montaggio e installato sulla MC20.

Tutto il procedimento dura tra le 3 e le 4 ore e in Maserati riescono a produrre tra i 4 e i 5 Nettuno al giorno. Al momento l’assemblaggio è tarato sulla produzione della MC20 (una macchina, un motore), ma dal Lab si dicono pronti a raddoppiare i volumi in caso di necessità.

Maserati MC20, i segreti del Tridente

Maserati MC20, i segreti del Tridente

Abbiamo potuto saggiare le doti della nuova Maserati MC20, la berlinetta del Tridente che segna l'inizio della strategia del rilancio del Marchio modenese. Ecco i segreti della vettura, da come è nata e come è stata sviluppata, raccontati dai tester Maserati

Guarda il video

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi