Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Tavares visita Mirafiori e Grugliasco, costi di produzione da ottimizzare

Tavares visita Mirafiori e Grugliasco, costi di produzione da ottimizzare

L'incontro con i sindacati ha segnalato un costo della produzione superiore alla media degli impianti in Francia e Spagna, nei quali ha operato PSA e adesso in seno a Stellantis. Non è il costo del lavoro, tuttavia, il nodo cruciale

di F.P.

24 febbraio

Dall’incontro di Carlos Tavares, martedì scorso, negli impianti produttivi di Mirafiori e Grugliasco con le rappresentanze sindacali è emersa la necessità per Stellantis di risolvere il punto legato al costo della produzione degli stabilimenti torinesi ex FCA: risulta essere superiore a quanto non si registri negli impianti francesi e spagnoli ex PSA, ad esempio.

Un aspetto che i sindacati presenti all’incontro hanno slegato dal fattore stipendi dei lavoratori: non è il costo del lavoro a incidere troppo sul maggior costo della produzione e lo stesso Tavares ha confermato tale posizione.

Maserati, 106 anni di storia: FOTO

Maserati, 106 anni di storia: FOTO

I dieci modelli più famosi nella storia del marchio del Tridente, nelle configurazioni passate e moderne: un racconto di auto e passione, cominciato nel 1914, tra la Formula 1 e la produzione di serie

Guarda la gallery

Capacità produttiva da saturare

Esiste poi il tema della capacità produttiva, di molto superiore ai volumi prodotti. Mirafiori è attualmente “casa” della 500 elettrica e di Maserati Levante (scopri le prime immagini del "baby Levante": Grecale), Grugliasco di Maserati Ghibli e Quattroporte. Sulla casa del Tridente, Tavares ha confermato gli impegni e la centralità all’interno del Gruppo Stellantis.

“È un fatto positivo che Tavares abbia incontrato i rappresentanti dei lavoratori. I delegati della Fiom hanno fatto presente che l'attuale piano industriale non è sufficiente a saturare gli impianti torinesi e che servirebbero nuovi modelli e maggiori volumi produttivi in grado di garantire la cessazione degli ammortizzatori sociali.

La cassa integrazione sta continuando e siamo entrati nel quattordicesimo anno consecutivo del suo utilizzo. C'è bisogno di un cambio di rotta deciso rispetto al passato", spiega il segretario della FIOM CGIL di Torino, Edi Lazzi.

Sfoglia il listino Maserati: tutti i modelli sul mercato

Sul rilancio Maserati, la FIM Torino, con il segretario generale Davide Provenzano, ha commentato: Riteniamo positiva la volontà del rilancio del brand Maserati poiché è la strada da seguire per affermarsi nei mercati emergenti dove Stellantis è assente. Il segmento premium presente nei nostri stabilimenti è la via che va perseguita e la prima impressione è quella di un interesse vero al rilancio di questo segmento".

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi