Lamborghini riapre le sue porte agli appassionati del Marchio: da lunedì 3 maggio, infatti, dopo le chiusure e le restrizioni imposte dal governo per contrastare la pandemia da Covid, sarà di nuovo accessibile il Mudetec, il museo delle tecnologie della Casa di Sant’Agata Bolognese.

Anniversari importanti

La riapertura del museo coincide con due anniversari importanti per Lamborghini: proprio il museo compie venti anni dalla sua fondazione e, contemporaneamente, si festeggia il cinquantesimo anniversario della Countach. La prima kermesse ospitata dal Mudetec sarà “Future is our legacy”, a sottolineare lo “Sguardo costantemente rivolto al futuro, anticipando i tempi, senza mai dimenticare e celebrare il proprio passato”. Questo il motto del Marchio, in linea con i due compleanni di rilievo.

Mostra su due piani

La mostra Lamborghini sarà organizzata su due piani: al piano terra, i fruitori saranno coinvolti in un percorso alla scoperta dei modelli prodotti tra gli anni Sessanta e i Novanta, come Miura o Diablo, per arrivare alle vetture più moderne e futuristiche, nello specifico Essenza SCV12 e Vision GT. Al piano superiore, invece, lo spazio sarà tutto per la festeggiata Countach: la storia Lamborghini passa soprattutto per quest’auto iconica, protagonista di tanti film lungo i decenni. Il Mudetec riaprirà lunedì 3 maggio nel rispetto delle normative di sicurezza anti-Covid: ingressi contingentati, per un massimo di 12 visitatori ogni mezz’ora, con utilizzo obbligatorio della mascherina. 

Ferruccio Lamborghini, 105 anni fa la nascita del mito