Car of the YearOrganizzatore del premio
Car of the Year 2021

La supercar cino-americana di Silk EV - Faw sarà prodotta a Reggio Emilia

La supercar cino-americana di Silk EV - Faw sarà prodotta a Reggio Emilia

Imminente l’annuncio della realizzazione della fabbrica nella città del Tricolore. C'è lo zampino di Prodi?

di Francesco Forni

3 maggio

La joint venture cino-americana di Silk EV - Faw ha scelto Reggio Emilia. Più precisamente la zona nord del comune, dove è localizzato il  polo hi-tech come area nella Motor Valley per realizzare il sito produttivo dove nascerà la Hongqi S9, svelata al Salone dell’Auto di Shanghai, creata dal designer Walter De Silva.

Nella città del Tricolore saranno assemblati anche altri modelli della serie S.

L’americana Silk Ev, società di ingegneria e progettazione automobilistica e la cinese Faw (First Automobile Works) che nel 2019 ha venduto 3,4 milioni di vetture, hanno optato per Reggio Emilia grazie a un terreno preparato al meglio da imprenditori e istituzioni locali.

Tra questi, indicato anche l’ex premier Romano Prodi, storicamente molto ferrato nei rapporti con l’Oriente. Prodi, che alla sua Reggio Emilia ha contribuito ad attribuire una stazione della TAV, ha però sinteticamente dichiarato, senza uscire allo scoperto: “Sono felice di questa scelta”.

L’investimento per la realizzazione della fabbrica sarà di un miliardo di euro: vi saranno i reparti progettazione, ricerca e produzione.

Lo stabilimento nascerà nella zona tra l'autostrada A1, che avrà un nuovo casello dedicato e la stazione di alta velocità.

Realizzato ex novo, si proporrà come all’avanguardia e realizzato secondo i canoni della green economy. I tempi di realizzazione saranno rapidissimi, entro il 2021. La fabbirca garantirà l’impiego diretto di 1.500/2.000 posti di lavoro. Candidandosi ad essere un’altra eccellenza nella Motor Valley.

Stellantis, primo trimestre 2021 da leader in Europa 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi