Barcellona (Spagna) Quasi trenta km con appena un euro di carburante, per di più al volante di una “media” come la Leon? È quanto promette Seat per la neonata 1.4 TGI, che sarà commercializzata nel primo trimestre del prossimo anno. In effetti, i vantaggi dell’alimentazione a gas naturale (metano) sono indubbi, ferma restando l’effettivo completamento a livello europeo (in tempi rapidi) di una rete di rifornimento più moderna e capillare. Sul piano dinamico e tecnico della vettura, la riuscita è tuttavia tangibile ed offre un’alternativa consistente al classico diesel. Merito della resa del piccolo ma docile 1.4 Turbo, per l’occasione “tarato” su una potenza di 110 cv contro i consueti 122, tuttavia costante indipendentemente dall’alimentazione impiegata: elasticità e scatto sono comunque più che vivaci (0-100 km/h in 10”9, 194 km orari di punta), combinandosi al meglio alle eccellenti qualità di telaio della Leon (stesso pianale di VW Golf e Audi A3). Tenuta di strada elevata, precisione di traiettoria e rollio ridottissimo sono “standard” e permettono una guida particolarmente godibile, cui si aggiungono la bella accoglienza dell’abitacolo e la valida insonorizzazione: ma il vero “plus” della TGI, naturalmente, viene al momento del “pieno”, inferiore ai 15 euro. Il serbatoio (sotto il pianale, nella zona del bagagliaio) accoglie infatti 15 kg di metano, mentre quello a benzina conserva la cubatura standard di 50 litri. Ne deriva un’autonomia combinata di 1300 km, con percorrenza media dichiarata a gas di 28,6 km/kg per un “range” di 400 km. Molto curata non solo la parte tecnica dell’impianto, ma pure l’interfaccia con il conducente: il passaggio benzina-gas è totalmente automatico, senza alcun interruttore (l’auto viaggia sempre a metano, tranne in avviamento, fino al suo esaurimento), mentre la strumentazione prevede due distinti indicatori di livello (benzina e metano) che indicano l’autonomia distinta per ciascun carburante. Il listino della TGI non è ancora stato diffuso, ma la Casa prevede una maggiorazione di circa 2000 euro rispetto alla versione benzina standard.