Lipsia - Germania Da Lipsia, con passione e sfacciataggine, la Macan si prepara ad invadere i mercati del mondo. Quelli della Porsche sono talmente convinti delle sue qualità che hanno allargato gli stabilimenti nella ex Germania dell’Est prevedendo una produzione di 50.000 esemplari all’anno. Dopo averlo visto in forma statica, abbiamo finalmente provato il nuovo SUV compatto proprio sulla pista di Lipsia, di fianco agli impianti di produzione di serie. Senza mezzi termini, gli uomini della Porsche hanno stravolto la base di telaio della Q5, modificata per i suoi due terzi, per realizzare un mezzo in grado di dare soddisfazioni e un piacere di guida sinora sconosciuti ai SUV. Il primo esame dice che l’obiettivo è stato centrato, tenendo conto del fatto che le tre versioni pesano da 1865 a 1925 kg a vuoto e devono essere in grado di superare notevoli difficoltà in fuoristrada. La presenza delle sospensioni pneumatiche, optional anche per la più prestigiosa Turbo da 400 cavalli, rendono piatto l’assetto della vettura, che limita il rollio in curva anche alle andature più esasperate. La trazione integrale è regolata con una preponderanza di circa l’80% al retrotreno, ma il sistema di controllo elettronico della frizione a lamelle varia di continuo questo rapporto, con la possibilità di arrivare sino un 100% di coppia motrice all’avantreno senza tuttavia disaccoppiare le ruote posteriori. In pista emerge un inevitabile sottosterzo, accentuato anche dalle gomme “allseason” di cui erano dotati gli esemplari in prova. Lo sterzo preciso e un comportamento prevedibile permettono comunque una guida ad andature elevate con ottimi margini di sicurezza. Escludendo tutti i controlli elettronici, si riescono ad ottenere anche prolungati e divertenti sovrasterzi di potenza, certo più caratteristici di una GT che di un SUV, seppure di dimensioni compatte. Il massimo del divertimento è garantito dalla Turbo, che può accelerare da 0 a 100 km/h in soli 4”6 con il pacchetto Sport Chrono raggiungendo poi i 266 km/h quale velocità di punta. La Macan piace comunque anche nella progressiva versione S con il V6, sempre biturbo, da 340 cavalli ed eventualmente con il diesel da 258 cavalli di origine Audi. Sorprendono anche le possibilità in fuoristrada, con la vettura che supera salite impressionanti e discese altrettanto ripide con molta facilità sfruttando l’aiuto dei dispositivi elettronici. Per chi fosse interessato, non ci sono problemi anche con dei passaggi in twist e persino su superfici inclinate, sino a un angolo massimo di 45°.