Barcellona Anteprima a livello mondiale della nuova Subaru Levorg. Provata a fondo sulle strade spagnole. Un modello sul quale la casa giapponese punta molto, forte di contenuti tecnici certamente interessanti. Lunga 4,69 metri, larga 1,78 e alta 1,48, appare interessante anche dal punto di vista del design, ricordando nel frontale la Wrx STi, anche se di fatto si può considerare l'erede della Legacy. Sotto al cofano un nuovo 1.6 litri DIT, sempre boxer e sempre turbo, che eroga 170 CV a soli 4800 giri/min, che punta molto sulla coppia motrice e sulla piacevolezza di guida. Dati alla mano, ha una coppia di 250 Nm da 1800 g/min fino al regime massimo. Come unico cambio c'è un Cvt Lineartronic, dunque un automatico a variazione continua, diverso nettamente da altre proposte che ci sono sul mercato, almeno stando alle prime impressioni di guida. E' molto rapido e quando si sceglie di utilizzare i paddle sul volante il tutto diventa più divertente, specie utilizzando l'opzione "S Drive". L'abbinamento con un motore elastico in ogni condizione permette dunque una condotta brillante, con una elasticità sconosciuta ai precedenti boxer Subaru, sia quello di 2.0 litri sia quello di 2.5 litri, ma senza la cattiveria degli stessi. In quanto ai consumi, la casa dichiara una percorrenza media di 14,5 km/litro, un valore accettabile, specie considerando la voracità dei boxer di maggiore cilindrata, ben noti ai fedelissimi del costruttore nipponico. La velocità e' di 210 km/h con uno 0-100 km/h in 8"9. Si è pensato anche alla praticità, vista una capienza del bagagliaio variabile da 522 a 1446 litri. All'interno buono il livello del materiali utilizzati, con una plancia piacevole e finalmente adeguata, nettamente migliore di quanto visto nel passato, con finiture sin troppo sobrie. A disposizione 8 prese Usb, delle quali due dedicate al sistema multimediale. Non manca la frenata automatica di emergenza, il cruise control adattivo e il monitoraggio dell'angolo cieco. E non manca l'immancabile trazione integrale, un simbolo, un'icona per una casa come la Subaru. Come la cattiveria della Levorg, evidenziata dai passaruote massicci, ma anche dal doppio terminale di scarico e dalla vistosa presa d'aria sul cofano anteriore. Insomma una vettura (il cui nome deriva dalle parole Legacy Revolution Touring) che appare in grado di conquistare un fetta di mercato forse più ampia di quanto è riuscita a fare finora la casa delle pleiadi sul nostro territorio. Anche perché restano immutati l'ottimo assetto e la ripartizione al 50% dei pesi, che permettono di gestire sempre al meglio la vettura anche in condizioni limite. Adeguato anche l'impianto frenante, ottimo lo sterzo, preciso e diretto. Due gli allestimenti previsti: Free e Sportstyle. Quest'ultimo ha tutto, compresi cerchi da 18 e non da 17". Il navigatore con schermo da 7" e' però un optional, a 1200 euro. I listini sono rispettivamente di 25.990 euro e di 29.990 euro. Vendite dal 15 ottobre. Previsti 100 contratti quest'anno è 300 nel 2016. Per una vettura che è proposta solo in versione station wagon, con un unico motore e con un unico cambio.

Subaru Levorg, primo test - foto