Jeep Cherokee, primo test

Jeep Cherokee, primo test

Efficienti la trazione 4x4 Active Drive e il veloce cambio automatico a 9 rapporti

di Lodovico Basalù

11 marzo 2016

Durante il Jeep Experience Day, tenutosi tra le strade e le mulattiere dell’Etna, abbiamo saggiato l’intera gamma della Casa, inclusa la Cherokee 4WD Night Eagle, spinta dal motore turbodiesel da 2.2 litri con 185 cv. Una iniziativa voluta dal gruppo FCA, all’insegna del motto “Una vettura Jeep non si guida, si vive!”. Ci si è ispirati all’“Easter Jeep Safari” statunitense e la cosa, occorre ammetterlo, è riuscita. In quanto alla Cherokee “Night Eagle” presentata all’ultimo Salone di Francoforte proprio come showcar e oggi divenuta una serie speciale a tiratura limitata per l’Europa, ha fatto il suo dovere. E non poteva essere altrimenti, grazie anche alla trazione 4x4 Active Drive e al veloce cambio automatico a 9 rapporti. Non bastasse, con il “Selec-Terrain”, il sistema di controllo della trazione, si può scegliere tra cinque modalità per tutte le condizioni climatiche: Auto, Snow, Sand, Mud e Rock. Tra i particolari della versione “Night Eagle” finiture in nero lucido, cornice della mascherina anteriore dedicata, inserti nei paraurti, barre sul tetto, cerchi in lega da 18”, cristalli posteriori e lunotto oscurati, logo “Cherokee” sulle fiancate e “Night Eagle” sul portellone. La Casa dichiara, come per le versioni normali, una velocità massima di 201 km/h con una accelerazione da 0 a 100 km/h in 8”8. Il consumo medio è indicato in 17,5 km/l. Jeep Cherokee, primo test MA NON È FINITA QUI. C’è anche un’intera gamma (Cherokee compresa) che ha lo scopo di festeggiare i 75 anni del marchio Jeep, che infatti è nato nel 1941. La gamma è stata battezzata “75th Anniversary” Tutti gli esemplari così battezzati sfoggiano un’esclusiva tonalità verde Jeep (Sarge Green, Recon Green o Jungle Green, a seconda del modello), presentano cerchi di colore Low Gloss Bronze, finiture esterne color bronzo e arancio, interni esclusivi contraddistinti da sedili con logo “75th Anniversary” a rilievo, oppure rivestimento in tessuto ombré. Non mancano il tetto apribile e il badge esterno “75th Anniversary”. Sempre presente il sistema UConnect, gestibile tramite un display da 8”4 che include il navigatore e l’impianto audio con 9 altoparlanti e subwoofer da 506 Watt di potenza. Infine il mercato mondiale. Il marchio Jeep ha chiuso il 2015 con 1.237.600 unità vendute, con un +22% nei confronti del 2014. E l’arrivo di nuovi modelli, da fine anno al 2018, non potrà che migliorare le cose, magari toccando quota 1.9 milioni di vetture prodotte e vendute.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi