La X non celebra l'inizio di una nuova era, bensì la partenza di un modello più evoluto rispetto al passato. La Opel Mokka X si conferma un B-Suv innovativo che, al di la delle questioni relative a consumi ed emissioni, vanta un apparato multimediale da far invidia ad una qualunque ammiraglia ben più blasonata. Intellilink e Opel OnStar sono vocaboli di uso comune nel panorama della Casa di Rüsselsheim. Elementi chiave dell'auto connessa e multimediale. Il primo è il sistema d'infotainment sviluppato dal Gruppo tedesco e giunto oramai alla sua quarta edizione.
 
L'interfaccia Opel consente la connessione sia a dispositivi iOs sia Android, grazie alla disponibilità sia dei protocolli Apple CarPlay sia Android Auto. Il fatto che questi due sistemi consentano di “specchiare” alcune applicazioni del proprio smartphone sul display touch in vettura dovrebbe essere stato assimilato. Il fatto è che Intellilink estende queste possibilità ad alcune app che sino a questo momento non erano state ancora inserite. E così, nel caso di Android Auto, sarà possibile usare il programma di messaggistica Whatsapp direttamente dalla vettura. Un deciso passo avanti verso un modo di fruizione dell'automobile che si rifà in tutto e per tutto a quello degli smartphone. 
 
Alle innovazioni di Intellilink si accompagnano le funzioni disponibili con Opel OnStar, meglio noto come il concierge di bordo. Un servizio attivo attivo 365 giorno l'anno, 24 ore su 24. E che offre la possibilità di mettersi in contatto con un operatore Opel con il quale sarà possibile dialogare nella propria lingua d'origine. Se, ad esempio, la vettura è dotata di sistema di navigazione e si sta cercando un albergo, l'operatore oltre ad aiutarvi nella ricerca sarà pure in grado di inserire i dati della navigazione direttamente da remoto. Un vantaggio permesso dalla scheda sim integrata. Scheda sim può rendere la Mokka X un vero e proprio hotspot wifi. Servizio che in Italia sarà reso disponibile a partire dalla fine del 2016.
 
Cambiando il tema della discussione, ma rimanendo nuovamente a bordo, il B-Suv Opel rinnova gli interni, prendendo come riferimento quelli della nuova Opel Astra. La volontà di ridurre il numero di tasti e bottoni è tangibile, ma la dinamiche “ergonomiche” potrebbero essere migliorabili. Chi invece non si discute è la comodità dei sedili che, su Mokka X, godono della certificazione AGR. Un consorzio tedesco di esperti quando si tratta di postura e qualità della seduta. Di fatto una tradizione dalle parti di Opel, che da diversi anni ha prestato grande attenzione a come si sta seduti in auto. 
 
Nulla di nuovo insomma, dato che la voce novità viene depennata essenzialmente dal frontale ristilizzato. Una scelta che segue il passato, rinnovandolo secondo i più recenti diktat in materia di family feeling. I gruppi ottici anteriori sfruttano ancora una volta i vantaggi della tecnologia AFL (quella che regola il fascio luminoso), optando per il modello Full Led. In virtù della tecnica va segnalata poi la presenza del nuovo motore sovralimentato turbo benzina da 152 cavalli. Unità che si accompagna al 1.4 Turbo da 140 cv, al 1.6 EcoFlex da 115 e al turbodiesel 1.6 CDTI. In questo caso la potenza è disponibile in due livelli: 110 e 136. La trazione anteriore rappresenta la “modalità” di base, mentre l'integrale è disponibile su quasi tutte le motorizzazioni. Sono esclusi solo il 1.6 EcoFlex e 1.6 CDTI da 110 cv. Di serie la troviamo invece sul nuovo 1.4 Turbo da 152 cv accoppiata ad un cambio automatico a sei rapporti.
 
Il sistema 4x4 della Casa tedesca sfrutta un pacco frizione centrale che, a seconda se sia aperto o chiuso, trasferisce la coppia tra i due assi. Di default la taratura è al 100% verso quello anteriore ma, a seconda della condizione di marcia, più essere del 50:50. Un passaggio, quello dalle due alle quattro ruote motrici, che risulta essere poco percettibile, a favore del piacere di guida. Un piacere che l'unità a gasolio da 136 cavalli garantisce pure attraverso una certa rotondità d'esercizio, sempre pronta a fornire coppia a bassi regimi. Bene lo sterzo così come l'assetto. La cui taratura consente di muoversi con un certo brio tra le curve, senza avere mai la sensazione di “galleggiare”. 
La nuova Opel Mokka X sarà in concessionaria a partire dalla prossima metà di ottobre, ma è già ordinabile presso la rete. Oltre all'allestimento base, ci sono quello Advance e l'Innovation. Intellilink e Opel OnStar sono di serie a partire dal livello intermedio. E in fase di lancio il ventaglio di prezzi partirà da 16.900 euro.