Prova: Fiat 500X "vola" con il piccolo ed efficace FireFly

Prova: Fiat 500X "vola" con il piccolo ed efficace FireFly

I turbo benzina modulari da 1.0 e 1.3 litri dell'aggiornato SUV convincono. Saranno la base dei futuri powertrain ibridi compatti.

di Francesco Forni

4 settembre 2018

Crossover che vince si aggiorna. Fiat 500X al restyling di metà carriera presenta un pacchetto di novità importanti. Per la vettura e per FCA, anche in prospettiva. Il SUV più venduto d’Italia, secondo modello in assoluto nel 2018 alle spalle dell’imprendibile Panda, presenta contenuti inediti, nello stile, ma soprattutto nel powertrain e nella tecnologia.

Fiat 500X restyling, primo test su strada

Fiat 500X restyling, primo test su strada

Nuovi motori benzina FireFly, design rinnovato, sistemi di assistenza alla guida: prezzo da 15.500 euro.

Guarda la gallery

Esordiscono su Fiat i motori FireFly - ovvero lucciola, la fonte di energia pulita più piccola in natura - propulsori modulari (cilindro da 0,33 litri). Succedono di fatto al mitico Fire (30 anni e 30 milioni di pezzi) e avranno un compito molto importante. Ora sono turbo benzina, ma a medio-breve termine saranno l’ossatura dei powertrain compatti di Fiat Chrysler Automobiles, proponendo motorizzazioni ibride e ibride plug-in.

Su nuova 500X sono disponibili il 1.0 a tre cilindri da 120 cv e 190 Nm di coppia a 1.750 giri e il quattro cilindri 1.3 litri da 150 cavalli e e 270 Nm di coppia da 1850 giri. Dotati della tecnologia MultiAir III, che ottimizza ancora di più  l’efficienza della combustione.

Lo stile è stato aggiornato con criterio. I fari a Led anteriori e posteriori richiamano quelli di 500, con risultati più che apprezzabili. Anche gli interni sono stati aggiornati, strumentazione più chiara, e dotati di nuovi materiali.

Nuovi motori FireFly: benzina con potenza e coppia

Nuovi motori FireFly: benzina con potenza e coppia

1.0 3 cilindri da 120 cv e 1.3 4 cilindri da 150 cv. Saranno la base anche dei prossimi powertrain ibridi, pure plug-in

Guarda il video

I prezzi partono da 15.500 euro in promozione (20.000 per il FireFly da listino). Tre gli allestimenti, Urban, Cross e City Cross, in un crescendo di personalizzazioni e dotazioni (rispettivamente +1.500 e +3.500 euro) orientate a un look più deciso da SUV/Crossover.

Di serie su tutti i modelli le luci diurne DRL (Daytime Running Led) e posteriori led. Su tutte le versione anche i sistemi di assistenza alla guida Traffic sign recognition, Speed Advisor e Lane Assist. Da Fiat 500X Cross è compreso nel prezzo il funzionale sistema di infotainment Uconnect 7" HD LIVE touchscreen con predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto.

Come va su strada? FireFly convince. Silenzioso in marcia (3.250 giri a 130 km/h il “mille”) e disponibile nelle riprese. Un buon range di utilizzo, sempre pronto intorno alla soglia del duemila giri.  

Le prestazioni dichiarate - 0-100 in 10,9 secondi per il mille e 9,1 per il 1.3 – sono interessanti. Alla pari dei consumi (rispettivamente 17,2 e 16,4 km/litro di percorrenza) per i quali bisogna mantenere una guida attenta. Il tre cilindri è piacevole, con vibrazioni quasi impercettibili. Un piccolo motore polivalente: il quattro cilindri da 150 cavalli ha più brio, ovviamente. Entrambi si sposano bene con l’assetto indovinato (una conferma) di 500X, che permette una guida dinamica, nonostante la posizione rialzata.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi