Geniale. Non vedo quale altro modo si possa sintetizzare la nuova Ami di Citroën dopo averla, vista e guidata. Prima però è giusto fare alcune premesse che vi faranno anche capire perché lo ritengo un mezzo funzionale.

Prima di tutto non è un’auto, è un quadriciclo e come tale va considerato. Un quadriciclo totalmente elettrico che può essere guidato a 14 anni con la patente AM, quella del motorino. Quindi un mezzo per tutta la famiglia e che rappresenta a tutti gli effetti una soluzione funzionale alla mobilità urbana anche anticonvenzionale. Vediamo alcuni numeri per meglio capire com’è Ami.

Dimensioni compatte

Le dimensioni sono veramente contenute; lunghezza 2,41 metri, larghezza 1,39, altezza 1,52. In pratica si può parcheggiare quasi ovunque e non ha limiti di accesso alle zone ZTL. Motore da 6kW di potenza alimentato da una batteria di 5,5 kW ha un’autonomia di 75 km, velocità massima è di 45 km/h e si ricarica ad una normale presa domestica in sole 3 ore. La genialità di Citroën Ami però non si ferma a questi numeri è l’intero progetto che lo rende semplice e dinamico. E’ un mezzo che veramente soddisfa non solo la moderna mobilità ma sovverte i normali codici a cui siamo abituati.

Oggetto estetico e funzionale

Il suo design può essere apprezzato o messo in discussione ma le scelte lo rendono “furbo” oltre che funzionale. In pratica il frontale e il posteriore sono identici come le stesse portiere che infatti si aprono in senso opposti. Contrario a quello di marcia quella del guidatore, opposta al senso di marcia quella del passeggero.

Componentistica limitata al minimo, considerate che Ami è realizzata da soli 250 pezzi, motore compreso. Per ottimizzare lo spazio a bordo, vista la larghezza contenuta, il sedile del passeggero è arretrato rispetto a quello del guidatore e davanti alle sue gambe c’è lo spazio per posizionare un trolley di medie dimensioni.

Abitacolo essenziale

Cruscotto? No un quadro strumenti che indica la velocità, il livello di carica della batteria e la marcia che avete inserito, (Drive, Neutra, Retromarcia), il resto è appannaggio del vostro smartphone che ha una staffa di supporto al centro della plancia. Altra soluzione funzionale è quella del cavo di ricarica posto all’interno della fiancata, già collegato, basta estrarlo e attaccarlo ad una presa.  Ma Ami non poteva non avere dei richiami al passato di Citroën, i vetri delle due portiere si ribaltano esternamente come nella 2CV e grazie al tetto trasparente e al grande parabrezza, la sensazione è di una grande luminosità interna.

La prova su strada

Ma come va Ami? La posizione di guida è comoda anche se spartana e il volante è posizionato in modo che sia utilizzabile anche da persone di diversa altezza. L’assenza di servosterzo inizialmente può sorprendere ma il peso della vettura di soli 480 kg fa si che appena in movimento la sensazione di volante duro scompaia. I

n manovra, in un parcheggio, certamente bisogna fare qualche sforzo, ma non eccessivo. Il raggio di sterzo di 7 metri assicura una fantastica manovrabilità anche in situazioni di strade strette. Il selettore delle marce è posizionato in un posto un po’ strano, sulla sinistra del sedile del guidatore, non proprio intuitivo, ma ci si abitua. Essendo un quadriciclo è privo dei sistemi di sicurezza, gli ADAS, a cui siamo abituati attualmente e di airbag. 

Prezzo e dotazioni

Il prezzo? Ami si noleggia a 19,99 euro al mese per 35 canoni con un anticipo di 1.990 euro con incentivi statali e senza rottamazione (di un motorino 50 cc, scooter o moto Euro 3 e precedenti) e 1.260 con rottamazione, assicurazione esclusa. Per chi vuole acquistarla il prezzo attuale grazie agli incentivi statali per gli scooter elettrici è di 5.430 euro, senza incentivi il prezzo sale a 7.200 euro. Ami è ordinabile da metà novembre on-line e si può decidere se ritirarlo in concessionaria, farselo consegnare a casa o, a breve, in una catena di negozi di elettronica di consumo. Ultimo la personalizzazione. Ami è facilmente personalizzabile con una serie di kit studiati da Citroën che lo rendono colorato e anche “pezzo” unico. I kit riguardano sia gli esterni che internamente dove si può avere la rete centrale di separazione, la rete di contenimento da fissare sulla portiera, i tappetini, il vano portaoggetti sulla parte superiore della plancia, l’appendi-borsa e il supporto per smartphone.

Esternamente, oltre alla quattro tonalità principali, Grey, Blue, Orangee Khaki sono disponibili due pack che contengono oltre agli accessori gli adesivi che rendono Ami inconfondibile: POP, con personalizzazione Orange e dallo stile giovane, divertente e sportivo, con spoiler posteriore e VIBE di colore grigio, con accessori di gamma superiore e grafica che integra le decorazioni del tetto in aggiunta agli adesivi. Inoltre il sistema connect-box DAT@MI connesso all’applicazione My Citroën permette di avere sul proprio smartphone tutte le informazioni essenziali relative ad Ami e al suo mondo.