Dacia Spring, l’elettrica per tutti

Dacia Spring, l’elettrica per tutti

Una proposta formato città, vestita da crossover. Grazie al prezzo d’attacco, che arriva a 9.460 euro con gli incentivi rottamazione, è il modello "a batterie" più accessibile sul mercato

di Diego D'Andrea

1 aprile

Elettrico sì, elettrico no. Un quesito che ultimamente si pongono in tanti. Ad assestare un colpo (forse) decisivo all'amletico dubbio, ci pensa Dacia con la nuova Spring, primo modello 100% a batterie, lanciato dal marchio del Gruppo Renault. Una compatta segmento A, con forme da crossover, che punta a democratizzare la mobilità a elettroni rendendola davvero alla portata di tutti. Grazie a un pacchetto semplice e di sostanza, proposto a partire da 19.900 euro, che però, con gli incentivi rottamazione, diventano appena 9.460. Niente male! Una cifra, che di fatto, fa della Spring il veicolo elettrico meno caro del mercato europeo.

Nuova Dacia Spring: la Gallery

Nuova Dacia Spring: la Gallery

Grazie al prezzo d’attacco, che arriva a 9.460 euro con gli incentivi rottamazione, la nuova segmento A, 100% elettrica, firmata Dacia, è il modello "a batterie" più accessibile sul mercato

Guarda la gallery

DACIA SPRING: A MISURA DI CITTÀ

Globalmente, questa Dacia propone una strategia di “penetrazione” davvero ben congeniata. Oltre al prezzo super-competitivo, infatti, la Spring sceglie l'ambiente urbano - quello col maggiore margine di crescita, al momento, per questo tipo di veicoli - come sua patria elettiva. A partire dalle dimensioni compatte, che la rendono un’opzione vincente nel day by day in città. 3,73 m di lunghezza, 1,77 m di larghezza e un raggio di sterzata pari a 4,8 m, sono le misure giuste per avventurarsi tra le anguste vie dei centri storici (anche quelli ad accesso limitato), e parcheggiare agevolmente ovunque.

DACIA SPRING: POTENZA, AUTONOMIA E RICARICA

A muovere questo modello, è una power unit da 33 kW (equivalenti a 44 cavalli) associata ad una batteria da 27,4 kWh. L’autonomia dichiarata è di 230 km WLTP, che salgono a 305 nel ciclo urbano (lo verificheremo meglio in futuro, ma già durante questo primo contatto, i numeri dichiarati, per quanto buoni, sembrano addirittura sottostimati). In ogni caso, il dato migliora di circa il 9% selezionando la modalità ECO, che limita la potenza a 23 kW (invece di 33 kW) e la velocità massima a 100 km/h.
Altro elemento fondamentale nella scelta di un’elettrica è quello relativo a tempi e modalità di ricarica. Quest’ultima, sulla Dacia Spring, avviene tramite un connettore situato dietro alla calandra, a livello del logo. Si può ricaricare su presa domestica da 220V o su presa Green’Up con cavo Flexicharger (modo 2), su Wallbox da 7,4 kW con cavo specifico (modo 3), oppure su colonnina in corrente continua da 30 kW con relativo cavo di ricarica. Di seguito, i tempi necessari in base alle opzioni: meno di un’ora, per una ricarica all’80%, e meno di un’ora e mezza per una ricarica al 100% su colonnina in corrente continua da 30 kW; meno di 5 ore per una ricarica al 100% su Wallbox da 7,4 kW; meno di 8 ore e mezza per una ricarica al 100% su Wallbox da 3,7 kW; meno di 14 ore per una ricarica al 100% su presa domestica da 2,3 kW.
Per monitorare costantemente la situazione durante l’operazione di ricarica, sul cruscotto vengono visualizzate: la percentuale di ricarica effettuata, il tempo restante per completare al 100% la ricarica e l’autonomia disponibile in chilometri con il livello di ricarica aggiornato. Il tutto, tra l’altro, monitorabile anche attraverso l’App MY Dacia, che tramite smartphone permette di conoscere in tempo reale i dati sul livello di ricarica della batteria e l’autonomia disponibile, ma anche di localizzare il veicolo, e tanto altro.

DACIA SPRING: EQUIPAGGIAMENTO

L’equipaggiamento di serie, su tutte le versioni commercializzate al lancio, comprende lo sterzo ad assistenza variabile 100% elettrico, climatizzazione manuale, chiusura centralizzata da remoto, quattro alzacristalli elettrici, accensione automatica delle luci e limitatore di velocità (con comando al volante). È previsto un display digitale da 3,5” tra i contagiri. Sono inoltre disponibili, a seconda del livello di allestimento, i sensori di parcheggio con retrocamera, i retrovisori elettrici e il sistema multimediale Media Nav. Quest’ultimo comprende un touchscreen da 7”, navigatore, radio DAB, Smartphone Replication compatibile con Apple Carplay ed Android Auto, Bluetooth, una presa USB e un’uscita ausiliaria.

DACIA SPRING: LA VIDEO-INTERVISTA

Prima di passare all’analisi del mezzo, vi proponiamo l’interessante video-intervista a Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione Renault Italia, che abbiamo realizzato a margine della conferenza stampa di presentazione, e in cui vengono approfonditi alcuni elementi chiave di questo modello

Video-intervista: la nuova Spring con Francesco Fontana Giusti

Video-intervista: la nuova Spring con Francesco Fontana Giusti

La prima Dacia 100% elettrica rappresenta un modello strategico e di grande importanza per il brand del gruppo Renault. Grazie ad un prezzo d'attacco sotto i 10.000 euro (9.460, per l'esattezza, con gli incentivi rottamazione) è infatti l'auto "a elettroni" più accessibile del mercato europeo. Un mezzo che vuole democratizzare la svolta green, rendendola davvero alla portata di tutti. Ne parliamo con il Direttore Comunicazione di Renault Italia, Francesco Fontana Giusti.

Guarda il video

DACIA SPRING: PRIMO ASSAGGIO

Le difficili strade della Capitale hanno rappresentato lo scenario ideale per una prima presa di contatto con questa elettrica. La Spring - passaruota ampliati, barre da tetto, ski posteriori, paraurti grande, alta da terra - si presenta pronta alla sfida, già dal look spiccatamente crossover.  
Una volta a bordo, emerge tutta la filosofia che anima il progetto: un’essenzialità senza fronzoli che bada soprattutto al sodo, in linea con l’accessibilità dell’offerta. L’abitacolo risulta abbastanza spartano nella sua semplicità. I materiali usati appaiono piuttosto robusti. Tutti i comandi sono ben posizionati e a portata di mano. Una pratica manopola, sotto alla consolle centrale, tra i sedili, permette di selezionare velocemente le 3 posizioni: D (marcia avanti), N (folle) e R (retromarcia). Nonostante le dimensioni compatte, l’abitabilità risulta buona, e anche chi siede dietro può contare su uno spazio adeguato ad ospitare due adulti. Il bagagliaio, inoltre, si evidenzia per una capacità davvero apprezzabile per il segmento: 290 litri, che diventano 620 con la panchetta posteriore abbassata. 
In movimento, l’erogazione del motore appare tarata alla perfezione per l’uso cittadino, con una spinta, che pur non mostrando particolare brio, risulta comunque convincente in basso, per poi, pian piano, tendere ad appiattirsi un po’. Sui tratti a scorrimento veloce (autostrade e superstrade) ci si posiziona con facilità su velocità di crociera confortevoli, comprese tra i 100 e 110 km/h. I sorpassi, però, meglio prepararli in anticipo.
Peccato per il livello di rumorosità, non proprio contenuto; mentre la resa delle sospensioni è apparsa in linea con la fascia di prezzo del mezzo, mostrando una risposta un po’ secca, in particolare al posteriore, sulle sconnessioni più pronunciate del manto stradale.

DACIA SPRING: CONCLUSIONI

Al termine di questo prima presa di contatto, il giudizio - considerato il listino - è più che positivo. Un mezzo, la nuova Spring, pratico, che parcheggi ovunque senza patemi, e con un range d’azione perfettamente centrato, in grado di coprire la classica settimana in città con una sola ricarica. Insomma, ad un prezzo così, chi aveva l'elettrica nel mirino non ha più scuse.

DACIA SPRING: GAMMA E DISPONIBILITÀ

Tre le proposte disponibili: una versione per Privati e Aziende in due allestimenti, comfort e plus (ordini aperti dall’11 Marzo e prime consegne previste a partire da settembre); una versione Business (per gli operatori di car sharing); e infine una versione Cargo commerciale, omologata N1, senza sedili posteriori e con un volume di carico di 1.100 litri (disponibile a partire dal 2022).

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi