Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Ferrari 812 Competizione, perfezione fatta V12 alla prova

La massima espressione del V12, simbolo della Ferrari, trova applicazione sotto il cofano della 812 Competzione, la versione estrema della 812 Superfast. Il propulsore tocca gli 830 cavalli, che abbiamo sentito urlare tutti nella nostra prova a Fiorano

di Roberto Gurian

10 novembre

L’urlo del V12, vera e propria musica per le orecchie degli appassionati, continua per fortuna a farsi sentire anche fuori dalle sale di prova a Maranello. L’ultima della serie a utilizzare un motore che la Ferrari vuol continuare a produrre finché sarà possibile è la 812 Competizione. Derivata dalla 812 Superfast, monta il V12 aspirato di produzione più potente della storia della Ferrari. Siglato 140HB, ha una cilindrata di 6495 cm3 e una potenza di 830 cavalli allo strepitoso regime di 9250 giri, esattamente 250 prima dell’entrata in funzione del limitatore. La potenza specifica è di 128 cv/litro, con una coppia motrice che raggiunge il suo vertice a 7000 giri con 692 Nm ma che è disponibile all’80% già a 2500 giri.

Ferrari 812 Competizione, la prova del V12 alla massima potenza

Ferrari 812 Competizione, la prova del V12 alla massima potenza

Guarda qui le foto della nostra prova a Fiorano della Ferrari 812 Competizione

Guarda la gallery

Fibra di carbonio e segni particolari

La 812 Competizione so distingue per molti particolari, cominciando dalla banda in fibra di carbonio che attraversa il cofano e serve a gestire flussi dell’aria il cui percorso è stato minuziosamente studiato. Ogni particolare della carrozzeria e del fondo ha una funzione aerodinamica e, a tale scopo, il lunotto posteriore in vetro è stato sostituito da un pannello apribile che monta dei deviatori di flusso. Alleggerita al massimo, la più recente Ferrari ha un peso minimo limitato sino a 1487 kg con gli optional dedicati. A bordo si notano pannelli in fibra di carbonio nelle porte e ampie finiture nello stesso materiale nella plancia e nel tunnel centrale. La vettura è realizzata in una tiratura limitata, con 1098 esemplari che hanno già trovato un acquirente. La versione coupé era in vendita a partire da 499.000 euro e sarà realizzata in un contingente di 599 esemplari. La Targa parte da 579.000 euro e andrà a 499 affezionati clienti del cavallino rampante.

La prova in pista

Guidata in pista a Fiorano, la 812 Competizione è semplicemente entusiasmante non solo per le prestazioni, dato che in soli 2”85 si toccano i 100 km/h e che in 7”5 la lancetta del tachimetro arriva a quota 200. La velocità di punta è di 340 km/h. È anche la prima Ferrari ad avere le ruote posteriori sterzanti, oltre ad un avantreno precisissimo nell’impostare le traiettorie. Le varie modalità di utilizzo della vettura culminano con il “CT-Off” che esclude i controlli elettronici e permette di ottenere sovrasterzi di potenza ben controllabili e per questo particolarmente divertenti. Il motore ha una spinta quasi inesauribile sino dal basso, con i led sulla parte superiore della corona del volante che annunciano l’avvicinarsi dei 9500 giri di entrata in azione del limitatore. Il cambio a doppia frizione a 7 marce permette inserimenti e scalate rapidissimi. L’ultimo elogio va a un impianto frenante potente sicuro e tetragono agli sforzi della guida in circuito.

La prova completa è sul prossimo numero di Auto in edicola

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi