Toyota GR86, la prova su strada di una "sportiva di razza"

Toyota GR86, la prova su strada di una "sportiva di razza"

La sportiva che arriverà sul mercato italiano il prossimo maggio è stata "rinforzata" rispetto alla GT86. Le nostre aspettative di guida non sono state tradite dal test su strada

di Cesare Cappa

15 novembre

No elettrica, no elettrificata. La Toyota GR86 è la risposta alle richieste d'aiuto di tanti appassionati che all'idea di un motore aspirato e della trazione posteriore, saltano in piedi per la gioia. Sebbene l'auto sia stata vista e rivista in diversi parti del mondo, la vettura sui cui abbiamo mosso i primi passi è da intendersi una versione di preserie. L'auto arriverà sul mercato soltanto il prossimo maggio.

Adesso dovrebbe seguire tutta la trafila circa i miglioramenti rispetto alla GT86, le novità a livello tecnico, lo stile e la vita di bordo. Ma per una volta è forse il caso di ribaltare la situazione e passare direttamente alle impressioni di guida. Dopotutto è stata proprio Toyota a sottolineare come la nuova GR86 sia focalizzata sul “fun to drive”.

Toyota GR86, la prova della sportiva giapponese

Toyota GR86, la prova della sportiva giapponese

Abbiamo messo alla prova la Toyota GR86, nuova generazione della apprezzata coupé sportiva giapponese, che ora offre un motore boxer da 2,4 litri, sempre abbinato alla trazione posteriore

Guarda la gallery

Come va in strada

Diciamo che le attese sono state ampiamente rispettate. In attesa di conoscere il prezzo ufficiale, la sportiva giapponese si conferma in toto una vettura divertente. Il quattro cilindri boxer, sebbene più ricco di coppia e cavalli, necessita sempre di giri motore per amplificare un minimo di spinta. Una cosa che a molti piace e ad altri meno. Sappiate solo che se cercate le performance bisogna superare la soglia dei 5.000 giri/min.

Il vero punto di forza della GR86, quello per cui il claim “fun to drive” assume i tratti di una verità, è certamente l'assetto. Non è rigida, ed è giusto che sia così, ma copia fedelmente il manto stradale, fornendo tutte le informazioni necessarie al pilota di turno. L'auto si muove, ma lo fa sempre avvisando gli avventori al volante, contando su un avantreno estremamente preciso, ma soprattutto fulmineo nell'iserimento in curva. Si può giocare con i trasferimenti di carico, lasciandosi accompagnare da un leggero sovrasterzo in uscita (a patto di essere in coppia).

Lo sterzo è preciso, relativamente diretto per la tipologia di automobile, e non è assolutamente granitico come certe sportive. Il quadro generale mette al centro la guida.

Cosa cambia?

Se siete degli appassionati di GT86, allora siete già a conoscienza di ogni singolo dettaglio della nuova GR86. Un po' perché tra Stati Uniti e Giappone l'auto ha già fatto il suo debutto, un po' perché tale modello è ufficialmente l'evoluzione del precedente. Ciò significa che la base di partenza è la stessa, rinforzata nei punti chiave, un poco più leggera grazie all'aumento di parti in acciaio altorestenziale. Anche la rigidità torsionale è aumentata. Se vi piacciono i numeri, il dato in termini percentuali relativo alla sezione laterale anteriore indica un +60% di rigidità.

Il cambio manuale a sei rapporti, così come l'automatico a sei marce hanno subito una serie di aggiornamenti in virtù dell'incremento di coppia e potenza da parte del 2,4 litri aspirato con architettura boxer. Unità derivata dal precedente due litri (l'alesaggio è passato da 86 a 94 mm) in grado di sviluppare 234 CV e 250 Nm di coppia motrice. Valori assecondati da un differenziale a slittamento limitato unitamente a uno dei cambi di cui sopra.

A bordo la qualità sembrerebbe essere migliorara rispetto alla GT86, ma il quadro strumenti digitale, che muta la grafica nel modo di guida Track, non convince del tutto. Il contagiri analogico avrebbe potuto rimanere al suo posto. Lo spazio ovviamente non è un'attrattiva per famiglie e i posti dietro fungono essenzialmente da bagagliaio aggiuntivo. Però alla GR86 le si vuole bene anche per questo. Una sportiva di razza che ci ricorda come pochi semplici ingredienti possano allietare una giornata di guida.

Toyota GR86, la ricetta perfetta

Toyota GR86, la ricetta perfetta

Motore anteriore, aspirato, trazione posteriore. La ricetta per la guida divertente non cambia mai e la Toyota prosegue la tradizione con la GR86

Guarda il video

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi