Dacia Duster da anni è un successo clamoroso. Il segreto? Certamente il rapporto qualità prezzo, ma è, a nostro avviso, la prima vettura del Marchio che rende orgogliosi, non certo dimessi, i proprietari. 

E’ piaciuta subito. Nel 2019 è stato il modello straniero più venduto in Italia e terzo assoluto. Primo SUV nelle immatricolazioni, davanti anche a Fiat 500X, che giocava in casa.

Dacia, serie speciale per il 15° anniversario

I numeri nel 2020 sono meno esaltanti, ma il Coronavirus ha sparigliato le carte a tutti e i conti si faranno alla fine.

E’ noto che Dacia, per politica dal prezzo fissato, a listino o in campagna promozionale, non faccia ulteriori sconti in concessionario. Una politica chiara.

Duster però vanta altre offerte interessanti. La seconda serie del 2018, aggiornata nello stile esterno e negli interni, con la piattaforma aggiornata.

Mancano gli ADAS, ma resta un SUV da segmento C (lungo 4,34 metri) anche per abitabilità e bagagliaio con un prezzo da Segmento B, con trazione anteriore o integrale.

Sei rate in omaggio

Il prezzo di partenza è Duster Access 4×2 1.0 TCe 100 (tre cilindri turbo benzina) è di 12.400 euro. Ma con un anticipo di 1.950 euro e 60 rate da 149,55 euro, ma con la promozione Super Ripartenze, le prime quattro e le ultime due sono solo  da 1 euro (donati alla donazione alla Protezione Civile): ne rimangono quindi 54, per uno sconto del 10%. La rata finale è da 4.340 euro.

Meno di così è difficile, anche se il chilometraggio massimo in 5 anni è di 50.000 chilometri: ogni km in più costerà 10 centesimi.

Nessuna permuta è necessaria e la promozione è valida su tutti gli allestimenti e motorizzazioni. Ma solo fino al 31 maggio: meglio di così è difficile.