Battesimo per il Suzuki Jimny Shinsei al 4x4Fest di Carrara. Si tratta di una serie limitata di 100 esemplari, omaggio primo vero fuoristrada compatto, nato nel 1970, anno di lancio del modello LJ10 commercializzato in Giappone con il nome Jimny.

Costruito su un telaio a longheroni, perfetto per la guida in fuoristrada, dotato di un affidabile sistema di sospensioni anteriori e posteriori con molla a balestra, un cambio con riduttore e ruote da 16 pollici, per la prima volta il Suzuki LJ10 ha dimostrato come un'auto compatta potesse esprimere doti da vero 4x4.

All'estetica del LJ20 Suzuki si è ispirata per creare Jimny Shinsei, dotata di trazione integrale inseribile ALLGRIP PRO con riduttore e del motore benzina 1.3 VVT da 85 CV. Il richiamo al suo predecessore è esplicito sin dalla tinta Dark Yellow '70 della carrozzeria che contrasta con i tocchi bianco lucido dei paraurti frontale e degli specchi retrovisori. Il prezzo di serie è di 23.000 euro

La Jimny è un concentrato di vero fuoristrada in 3,67 metri: i cerchi Vintage d'acciaio verniciato in nero lucido che montano pneumatici 207/70 R15 e la ruota di scorta montata a vista sul portellone posteriore. Il tetto plein-air in tela nera apribile elettricamente promette avventure all'aria aperta.

L'abitacolo è dotato di finiture interne nello stesso colore Dark Yellow '70 degli esterni e dalla targhetta identificativa in alluminio della serie limitata, con dicitura della versione speciale e numero di esemplare tra gli appena 100 che saranno prodotti.

La dotazione di serie prevede: climatizzatore manuale, volante di pelle, fendinebbia, mancorrenti al tetto, sistema di monitoraggio pressione pneumatici TPMS, sedili rivestiti di pelle e tessuto con logo Jimny e sistema multimediale Pioneer con schermo touch dotato di radio, lettore CD, navigatore satellitare con mappe 3D e connettività Bluetooth, USB e MirrorLink per smartphonei.