Arrivano le 4xe al CES 2020. E’ l’ibrido plug-in di Jeep che guadagna una sigla, immancabile richiamo all’off-road che è nel dna del marchio.

L’evoluzione, nella “e” della parte elettrica. Autonomia di marcia a zero emissioni e non solo, doti in fuoristrada che beneficiano delle caratteristiche tecniche dell’elettrico: risposta ed erogazione della coppia, nello specifico.

Jeep Renegade 4xe e Compass 4xe nascono a Melfi, alimentate dagli 11,4 kWh della batteria fornita da LG Chem. Al Consumer Electronic Show di Las Vegas saranno affiancate da Wrangler 4xe, terzo modello elettrificato in attesa che sia l’intera offerta Jeep a dotarsi di una variante ibrida, avverrà entro il 2022.

Leggi anche: Da Melfi le ibride plug-in Renegade e Compass

Infotainment, novità UX per il premium

Detto della presenza Fiat al CES 2020 con il concept Centoventi, un’importante novità strettamente legata all’interfaccia uomo-macchina, sarà quella proposta da Airflow Vision Concept. Versatilità e spazio interno da Chrysler Pacifica ibrida plug-in, linee pulite della carrozzeria e, soprattutto, interni ad alto tasso tecnologico.

Rappresenta una visione su un futuro progetto dai contenuti premium, presenta una “user experience” nuova per il Gruppo FCA, ovvero, il modo in cui interfacciarsi con l’infotainment.

Un comando gestuale e qualsiasi contenuto sul display principale, al centro della plancia, può trasferirsi al passeggero seduto accanto, con uno schermo integrato nella fascia lucida in plancia. L’evoluzione della HMI è soprattutto nella personalizzazione dei menu, riorganizzabili secondo le proprie preferenze.

La grafica delle pagine è del tipo multilivello, organizza i contenuti su profondità diverse e in base a principi di gerarchia e coerenza. Vuol dire ritrovarsi i menu contestuali e le opzioni più intuitive e legate alla funzione utilizzata.