Chery, il costruttore cinese, fa sul serio. Punta all'Europa e agli USA. E ufficializzerà le sue intenzioni al Salone di Francoforte, presentando un SUV pensato per l'Occidente. Il primo teaser non rivela molto, ma tra meno di un mese in Germania, tolto il velo sul prodotto, ne sapremo di più.

Lo sport utility cinese non ha ancora un nome. Si conosce solo quello del progetto, che è M31T. E’ realizzato sulla piattaforma più importante di Chery, la M3X. Quella di dimensioni maggiori e più avanzata. Per puntare a mercati esigenti.

Raffinato anhce di meccanica: sarà elettrificato o elettrico. Le versioni di partenza saranno infatti ibride, con il diesel TCI di 1.5 litri e il benzina 1.6 TGDI abbinati entrambe a un propulsore elettrico. Il design che si può intravedere meno grezzo rispetto agli standard cinesi. Il risultato finale però è da valutare. Ma Chery ha intenzione di aprire, come ha fatto Hyundai-Kia, un centro di ricerca e sviluppo in Europa. Per soddisfare clienti diversi da quelli abituali.

Punterà molto sull’infotainment e in futuro anche sull’intelligenza artificiale. Alzando anche il livello di qualità produttiva. Negli interni infatti lo schermo centrale ricorda quello dei più recenti smartwatch. Il guanto è lanciato.