Nuovo abito per una nuova fase, quella di una gamma smart esclusivamente elettrica. smart EQ fortwo – anche cabrio – e smart EQ forfour saranno al Salone di Francoforte, dove porteranno in pubblico novità estetiche sì, ma non le uniche.

Nuovo frontale

Fortwo e forfour adottano frontali differenziati nelle linee della calandra, che sfoggia un trapezio classico sulla cinque porte dove la due posti ruota l’elemento per un “effetto V” distintivo. Cambia anche il posizionamento dei fendinebbia, esterni alla griglia sulle due fortwo.

Rinnovamento completo dei gruppi ottici, disponibili anche nella specifica full led davanti, mentre al posteriore rappresentano la soluzione standard, aggiornata nella grafica, ora composta da petali triangolari. L’offerta di cerchi in lega spazia tra 15 e 16 pollici di diametro.

Abitacolo connesso

Le novità all’interno sono, invece, soprattutto nella connettività, nella proposta di infotainment e nei servizi accessibili via app. Il touchscreen da 8 pollici è il cuore della multimedialità e interfaccia con lo smartphone, app dalla quale si potrà controllare da remoto il livello di carica della batteria, pianificare un itinerario e inviarlo al navigatore, gestire la climatizzazione prima di salire in auto. Migliora, rispetto al passato, la rapidità di consultazione, con la app smart EQ disponibile anche per Apple Watch.

Tra i servizi connessi e di condivisione, smart conferma la soluzione “ready to share”, con la quale è possibile consentire l’accesso e l’utilizzo dell’auto anche ad altri guidatori autorizzati. Si potranno creare gruppi di utenti, a titolo gratuito o con una formula di pagamento per minuto di utilizzo dell’auto (share travel costs), quest’ultima inizialmente disponibile sul mercato tedesco, mentre in Italia, Spagna e Francia si partirà dalla condivisione gratuita.

Un’interfaccia utente dell’infotainment migliorata, dalla quale accedere - oltre alla soluzione via smartphone - alla consultazione dei parcheggi disponibili in un’area e procedere con la prenotazione della sosta, verificare la posizione dell’auto e ottenere il percorso più rapido per raggiungerla, fino alla soluzione “ready to pack”. Il servizio indica se un determinato oggetto starà all’interno del bagagliaio della smart EQ fortwo o EQ forfour dalla lettura del codice a barre del prodotto acquistato.

Motore e allestimenti

Tre i livelli di allestimento oltre lo step base, confermati i livelli passion, pulse e prime, integrabili da tre pacchetti: Advanced include la componente multimedia più evoluta e i sensori di parcheggio posteriori sonori; Premium arricchisce la dotazione con il tetto panoramico, una rete per assicurare il carico nel bagagliaio e la retrocamera di parcheggio; Exclusive integra i fari full led, i sensori luci/pioggia e i fendinebbia con funzione cornering, tra gli altri.

La componente “meccanica” delle smart elettriche è confermata nel motogeneratore da 82 cavalli – potenza continua di 55 cavalli – e 160 Nm di coppia, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 17,6 kWh, sufficienti per un’autonomia compresa tra un dato minimo di 140 km e un valore massimo di 160 km, rilevati nel ciclo NEDC.

Quanto ai tempi di ricarica, con il caricatore rapido di bordo da 22 kWh si può ricaricare da una postazione trifase in meno di 40 minuti dal 10 all’80% della capacità complessiva. Dalla presa domestica a 230 volt, invece, sono richieste 3 ore e mezza per una carica equivalente al “chilometraggio medio giornaliero”, l’indicazione data da smart.

Le prestazioni di smart EQ fortwo coupé sono di 11”6 in accelerazione da 0-100 km/h (4”8 sullo 0-60 orari), 12”7 per EQ forfour. Due posti, cabrio e forfour hanno tutte una velocità massima di 130 km/h.