ZF impara dai dati relativi alla popolazione tedesca e offre una soluzione ecosostenibile per gli spostamenti urbani. In Germania oltre l’88% dei pendolari si sposta da casa a lavoro percorrendo non più di 100 km giornalieri in auto. Grazie a EVplus, d’ora in poi si potrà farlo grazie a un’autonomia completamente elettrica.

ZF investe sull'ibrido

EVPLUS, 100 KM DI AUTONOMIA

Il concept di ZF è stato presentato al Salone di Francoforte ed è studiato per coprire interamente le distanze percorse dai pendolari senza dover ricaricare la batteria lungo il tragitto. Lo spiega bene Stephan von Schuckmann, capo di ZF’s Car Powertrain Technology division: “Per noi, EVplus rappresenta un cambio di paradigma con gli ibridi di tipo plug-in. Grazie a EVplus, la nuova generazione di ibridi plug-in sarà di veicoli elettrici adatti a un impiego quotidiano”. Assicurate zero emissioni durante la guida nei percorsi giornalieri. I veicoli PHEV (gli ibridi plug-in) sono dotati anche di un motore a combustione che entra in gioco quando termina l’autonomia della batteria: una soluzione ideale per chi è abituato a spostarsi spesso e per brevi tratti ma che non vuole rinunciare alla possibilità di fare gite fuori porta o viaggi più lunghi senza l’ansia di ricaricare frequentemente il proprio mezzo.

TRASMISSIONE COME SULLA VETTURA DI SERIE

Il concept EVplus si basa su una trasmissione ibrida di tipo plug-in a otto rapporti. La batteria è più potente e ha una capacità lorda di 35 kWh, potenza di uscita continua pari a 65 kWh e un picco massimo di 95 kWh. Il motore elettrico installato sulla trasmissione è uguale a quella della vettura di serie, motivo per cui si sforano i 100 km di autonomia elettrica. Con questo tipo di veicolo, la sterzata verso una mobilità urbana totalmente elettrica è netta e va a formare una decisa controparte ai divieti di circolazione e alle restrizioni sulla mobilità.