Il quadro completo si avrà il 7 marzo, ufficialità sul nome inclusa. Quella che è attesa come McLaren P14, intanto, dopo aver spiegato perché la Super Series di seconda generazione compirà un balzo avanti radicale sul fronte del telaio, e dopo aver anticipato i sistemi di controllo della dinamica di marcia, racconta del motore V8 che avrà sotto il cofano.

L'unità M838T cederà il passo a un'evoluzione, sigla M840T, contraddistinta dalla medesima architettura e dalla presenza di due turbocompressori, ma una differente cubatura. Dai 3.8 litri si passerà ai 4 litri, migliorerà la rapidità di risposta alla pressione dell'acceleratore, grazie al lavoro di riprogettazione dei turbocompressori. Tecnologia twin-scroll, due condotti per far confluire i gas di scarico verso la girante, anche da qui passa la reattività del V8 e la riduzione del turbo lag. L'attuale unità ha un alesaggio di 93 mm e una corsa di 69,9 mm, con spaziatura centro-centro tra cilindri di 108mm. Sono i numeri di riferimento per scoprire quali parametri avranno modificato in McLaren nel passaggio al M840T.

Turbocompressori a inerzia ultra-ridotta, significa un'attivazione più rapida delle palette del turbo, solitamente raggiunta con l'adozione di turbo dalle dimensioni ridotte o lavorando sulla conformazione stessa delle palette della girante. Non scopre le carte della potenza complessiva, rumors vorrebbero oltre 720 cavalli dal M840T, tutti da confermare.

Annunciato, invece, il tempo in accelerazione, lo 0-200 km/h, per il quale bastano appena 7"8. E' un riferimento che pone la Super Series di seconda generazione sul piano della Ferrari F12 tdf, nonostante una chiara differenza progettuale tra le due superca, e al quale contribuisce la ridotta massa - 18 kg in meno nel confronto tra P14 e l'attuale 650S -. Sul quarto di miglio, ovvero, i 400 metri con partenza da fermo, il tempo dichiarato è di 10"3, contro il 10"45 di Ferrari 488 GTB, rivale d'elezione, che marca un 8"3 nell'esercizio 0-200 km/h.

McLaren e BMW lavorano al motore sportivo del futuro

A richiesta i clienti McLaren potranno "abbellire" il V8 di un'illuminazione dedicata nel vano motore all'apertura dell'auto, concentrata sul coperchio dell'aspirazione, realizzato in alluminio pressofuso. Sarà l'appagamento "visivo", al quale sommare quello acustico della linea di scarico interamente riprogettata, con un'alternativa sportiva che esalterà ancor di più il timbro dell'otto cilindri.