Non poteva esserci prologo migliore al debutto di Toyota Yaris GRMN al Salone di Ginevra. L'avvio inaspettatamente competitivo nel mondiale rally, la vittoria al secondo appuntamento in Svezia, accompagneranno il lancio della sigla che identifica la più prestazionale Yaris stradale mai realizzata. Una gamma ristilizzata, oggetto di profondi cambiamenti, proporrà anche la versione da 210 cavalli. Anticipazione nota, restava l'incognita, tra le tante della scheda tecnica, sull'unità che avrebbe spinto la GRMN a valori di potenza tra i più alti nel segmento B "sportivo".

La scelta è caduta su un quattro cilindri da 1.8 litri, assistito da un compressore volumetrico. E' l'unica informazione che si ha al momento, in attesa di scoprire se e quanto condividerà con l'1.5 VVT-iE.

Dalle prestazioni formato utilitaria alla visione sul futuro della mobilità urbana, orizzonte il 2030: Toyota presenterà a Ginevra il concept i-TRIL. Ovviamente elettrico, ovviamente contenuti di automazione della guida integrati. Il teaser lascia intravedere il gioco grafico di luci che caratterizzerà il frontale. Il progetto è frutto della sede europea di Toyota e dello studio di design ED² (European Design Development) di Nizza. Un veicolo in grado di sintetizzare il ruolo delle citycar, delle utilitarie e dei motocicli: così il marchio presenta i-TRIL. Tra le caratteristiche attese, la configurazione dell'abitacolo 1+2.

Lo stand ginevrino ospiterà anche le auto impegnate nell'attività sportiva Toyota Gazoo Racing, dal prototipo WEC TS050-Hybrid alla Yaris WRC Plus, fino al Toyota Hilux schierato alla Dakar.

LA GAMMA TOYOTA E IL LISTINO PREZZI