Nove anni non sono proprio pochi per un’auto. Sono ben tre in più dei canonici sei che passano solitamente tra una generazione di un modello e la seguente. Ma nel caso dell’Audi A5 Sportback la regola non è stata applicata. Dopo il debutto del 2007 e il corposo aggiornamento del 2011, infatti, la nuova generazione debutterà al prossimo Salone di Parigi per arrivare poi sul mercato italiano all’inizio del 2017. Con un lasso di tempo del genere va da sé che le novità siano tante ed è quasi un paradosso che le meno importanti riguardino le motorizzazioni. I due TFSI e i tre TDI disponibili sulla A5 Sportback, infatti, sono i soliti 2 e 3 litri con potenze comprese tra 190 e 286 CV. Anche la S5 3.0 V6 turbo da 354 CV e 500 Nm e la A5 g-tron (benzina e metano) con il 2.0 TFSI da 170 CV non sono una sorpresa, così come lo stile che come da tradizione Audi è stato evoluto e non rivoluzionato.

L’immagine complessiva ora è più slanciata, con il passo allungato, gli sbalzi ridotti e il cofano motore lungo, mentre la griglia single frame è tridimensionale, più piatta e più larga rispetto al modello precedente.Le dimensioni degli interni sono cresciute, con l’abitacolo che ha guadagnato 17 mm in lunghezza, 11 mm di larghezza al livello delle spalle per conducente e passeggero anteriore e 24 mm di spazio per le ginocchia nel vano posteriore. Il bagaglio ha almeno 480 litri e in opzione c’è un sistema di comando gestito da sensori per l’apertura e la chiusura del portellone elettrico (che è di serie). La massa complessiva si ferma a 1.470 kg senza conducente, con un risparmio di 85 kg rispetto alla generazione precedente.

Le sospensioni anteriori e posteriori della Audi A5 Sportback sono multi-link a cinque bracci e in opzione si possono avere sia l’assetto adattivo che lo sterzo a rapporto variabile. Trazione anteriore o integrale e cambi manuali (6 rapporti), doppia frizione (7 rapporti) o con convertitore di coppia (8 rapporti) a seconda delle motorizzazioni.  Ma le novità più interessanti sono all’interno e riguardano l’infotainment. Nelle versioni top di gamma il display da 8,3 pollici ha una risoluzione 1.024x480 pixel, i servivi Audi connect gratuiti per tre anni con roaming illimitato in Europa e un’interazione con gli smartphone praticamente totale. Questa include l’integrazione con l’antenna di bordo, la ricarica wireless e l’integrazione dei sistemi operativi.

Anche i sistemi di assistenza alla guida progrediscono: il sistema adaptive cruise control Stop&Go con assistente al traffico è in grado di accelerare e decelerare autonomamente fino a 65 km/h, intervenendo anche sullo sterzo se la strada è in buone condizioni. L’assistente agli ostacoli, invece, entra in gioco quando è necessario aggirare un imprevisto per evitare un incidente. Infatti, sulla base dei dati della telecamera anteriore, dell’ACC e dei sensori radar, viene calcolata in poche frazioni di secondo una traiettoria adeguata. Tra gli optional, infine, spicca il sistema audio Bang & Olufsen con 19 altoparlanti da 755 Watt totali di potenza.