L'attesa è stata meno lunga del previsto. Anche perché le variazioni sul tema 911 stradale hanno toccato principalmente il motore, che ha ceduto il passo alla sovralimentazione sempre e comunque. Così l'avvento della versione GT3 Cup, ossia quella destinata alle competizioni, si conferma un passo obbligato nella scala evolutiva della famiglia Porsche. Un passaggio che si manifesta con la nuova unità boxer a sei cilindri di 4 litri. Che, sulla GT3 Cup vanta una potenza di 485 cavalli. Un “patrimonio” da corsa che si realizza grazie ad una serie di accorgimenti tesi a migliorare l'efficienza del nuovo biturbo, in relazione all'impiego agonistico. Il comparto distribuzione impiega bilancieri rigidi e un'iniezione centrale dell'olio. 

L'alettone posteriore alto e largo 184 centimetri è stato ripreso dal modello precedente. Anche le dimensioni delle ruote rimangono inalterate. Presenti cerchi da 18 pollici con chiusura a dado centrale; sull'asse anteriore sono montate gomme slick Michelin da 270 millimetri, su quello posteriore da 310 millimetri. La nuova 911 GT3 Cup pesa 1200 chilogrammi. La vettura sarà dapprima utilizzata nella prossima stagione della Porsche Mobil 1 Supercup, nella Porsche Carrera Cup Deutschland e in America del Nord. Dal 2018 la vettura sarà disponibile anche per i trofei monomarca degli altri Paesi.