L'autonomia e il tempo di ricarica sono il tallone d'Achille, almeno nell'immaginario comune, per le auto elettriche al 100%.

Il dubbio di non avere sufficiente range attanaglia i potenziali acquirenti al pari delle ore necessarie per il "pieno" di energia green.

OPEL AMPERA-E AL SALONE DI PARIGI

Per il primo punto Opel è convinta di avere la soluzione giusta con l'Ampera-e accreditata di una autonomia di oltre 500 chilometri in modalità elettrica, misurata in base al Nuovo Ciclo di Guida Europeo. Difficile asserire il contrario, anche se il range dovesse essere di 400 km. 

Per il pieno più veloce la risposta sono i 30 minuti di ricarica presso un caricatore rapido a corrente continua da 50 kW permettono di aggiungere altri 150 chilometri di autonomia (valore medio misurato in base a test preliminari NEDC) alla batteria agli ioni di litio di nuova generazione di Ampera-e.

Le colonnine di ricarica rapide sono ancora poco comuni, ma per Opel le cose in Germania cambieranno in un futuro non troppo lontano. Il Ministero Federale per i Trasporti e le Infrastrutture Digitali ha annunciato l'installazione di 400 stazioni di ricarica rapida sulle principali autostrade del paese, in collaborazione con gli operatori delle stazioni di servizio “Tank und Rast”, entro la fine del prossimo anno.

Il governo tedesco si è impegnato a investire 300 milioni di euro nei prossimi anni per lo sviluppo delle necessarie infrastrutture per installare entro il 2020 5.000 stazioni di ricarica rapida e 10.000 stazioni di ricarica nelle stazioni di servizio delle strade principali, presso i centri commerciali e gli impianti sportivi, le stazioni di car-sharing e quelle ferroviarie, gli aeroporti e i centri espositivi. In questo modo automobili rivoluzionarie come la Opel Ampera-e potranno essere ricaricate con facilità.

Oltre alla ricarica rapida a corrente continua la batteria da 60 kWh di Ampera-e può essere ricaricata utilizzando delle stazioni di ricarica domestiche (Wallbox) che portano la corrente elettrica fino a 4.6 kW secondo le attuali regole in Germania per l’installazione della rete domestica. Inoltre, Ampera-e può anche essere ricaricata nelle stazioni di ricarica rapida a corrente alternata di tutta Europa. Si può ricaricarla anche attraverso una normale presa domestica da 2.3 kW

Le premesse sembrerebbero esserci, la sfida sarà prima mantenerle e poi, prospettando una diffusione sempre più ampia delle auto elettriche, continuare l'espansione delle stazioni di ricarica, indispensabile per reggere il potenziale aumento delle auto di questo tipo in circolazione.