Un'auto elettrica da meno di 8.000 euro. A inizio 2018, anche in Europa. L'annuncio non è di Elon Musk, ma dei cinesi, padroni assoluti del low cost. E anche primo mercato mondiale delle auto a batterie.

Un annuncio importante, con i contorni dell'ufficialità. Fatto da CHJ Automotive a una emittente prestigiosa come CNBC. Non ci sono immagini ufficiali e a così poco tempo dalla commercializzazione solo un disegno stilizzato sembra un po' poco. Ma i cinesi affermano di fare sul serio. Con un modello che dovrebbe andare su scala mondiale. Non come fu per la Tata Nano, rimasta circoscritta al mercato cinese.

Sarà sul mercato nella prossima primavera. Così è stato annunciato. Avrà le dimensioni della smart e soprattutto sarà a batterie sostituibili.

Quasi contemporanea della Tesla Model 3, che però è un modello già marciante. Prossima a prendere quote più significative di ogni altra auto elettrica nel mercato mondiale.

La cinese però è stata annunciata con un prezzo a partire da 7.800 dollari. Di fatto un quinto rispetto a quella dell'americana. Che però è molto più grande. La cinese è una microcar, una due posti, lunga 2,5 metri. Cittadina tascabile, davvero molto simile a una smart fortwo.

Car sharing e pit stop. Le batterie sostituibili indicano l’indirizzo del cambio degli accumulatori alle stazioni di ricarica. Una soluzione particolare, che tutti i costruttori da quelli tradizionali agli innovativi come Tesla hanno valutato, ma non utilizzato in larga scala. La piccola cinese elettrica però è stata annunciata anche in Europa, con la formula del car sharing. Con la quale il cambio di batterie potrebbe avere un senso. Ma prima bisognerà vederla ...